Sicilia regina del turismo, tra le mete più gettonate in bassa stagione

Tra le mete più gettonate tutto l’anno c’è la Sicilia

L’affollamento estivo è solo un lontano ricordo e le temperature più miti sono l’ideale sia per uno short break di città sia per vacanze anche più lunghe magari al mare o in montagna. A settembre e ottobre la Sicilia offre clima mite e prezzi bassi.

Lo conferma la società HomeAway, che si occupa di case vacanza, che ha stilato una classifica delle destinazioni dove nella cosiddetta media e bassa stagione il risparmio economico è assicurato.

Nell’analisi dell’evoluzione dei prezzi medi per destinazione tra agosto e settembre del 2018 la Sicilia occupa il secondo posto nella top 5 delle regioni più vantaggiose in cui concedersi una vacanza ad alta stagione conclusa.

Tra le mete più gettonate tutto l’anno, la Sicilia registra nella media stagione un calo complessivo del 30% nei prezzi di affitto. In particolare, San Vito Lo Capo è la destinazione più vantaggiosa con un -43%, Cefalù e Siracusa vedono una diminuzione del 29%, Palermo e Taormina si attestano su un risparmio pari a -25%.

Lasciata ormai l’estate alle spalle, per chi vuole concedersi nuove vacanze, brevi ma intense, anche fuori stagione, ed è in cerca di ispirazione senza allontanarsi troppo da casa, la Sicilia è l’ideale. Lo conferma anche momondo.it – la piattaforma digitale per la ricerca di voli e hotel – che ha stilato la classifica delle 15 destinazioni italiane più amate dai connazionali.

Secondo i dati momondo, quest’anno si registrerà un aumento di ricerche sulle mete domestiche più popolari e si spenderà anche meno rispetto all’anno passato: nove delle città in classifica segnalano, infatti, una diminuzione dei prezzi medi a notte fino al 25% rispetto allo scorso anno.

Inoltre, questo autunno, gli italiani che decideranno di partire alla scoperta del Bel Paese, opteranno soprattutto per soggiorni medio brevi: il 60% delle destinazioni in classifica registra, infatti, una diminuzione della durata del soggiorno, da una fino a cinque notti in meno rispetto al 2018.

E la Sicilia è ben piazzata con due destinazioni in classifica, San Vito Lo Capo in 8^ posizione e Lampedusa che chiude la top 10. Il mare siciliano resta quindi tra le destinazioni più ambite per l’autunno con prezzi medi abbordabili: 130 euro per Lampedusa e 85 euro per San Vito Lo Capo.

Per curiosità sul podio di questa top ten ci sono: Milano, Roma e Ischia. Che gli italiani amassero Roma, non è mai stato un segreto! In fondo, come sarebbe possibile non lasciarsi conquistare ogni volta dalla Città Eterna? Benchè sul podio, quest’anno la capitale però cede il posto da capolista alla vivace e attiva Milano, perfetta per i viaggiatori più glam che non badano a spese per vivere gli eventi della metropoli lombarda: si può trascorrere una notte in hotel, ai piedi della Madonnina, con un prezzo medio di 137 euro (+57% rispetto al 2018), contro gli 85 euro medi a notte per un risveglio fronte Colosseo.

Terzo posto per la colorata isola vulcanica del Golfo di Napoli, Ischia, dove il prezzo medio per una notte in hotel a 3 e 4 stelle sale a 120 euro, dimostrazione del fatto che i viaggiatori del Bel Paese adorano il mare anche in autunno.

Gli italiani, insomma, confermano la passione per l’arte e la cultura nostrana. E la Sicilia aggiunge anche un forte fascino per tutti i visitatori attratti dall’eno-gastronomia.

In tempo di vendemmia settembre ha fatto registrare picchi di visitatori nelle cantine di tutta l’isola.