La Sicilia eletta “Regina delle vacanze”, tutto esaurito a Ferragosto

Lo certifica l'indagine Assoturismo-Centro Studi Turistici di Firenze

0

In Sicilia vola il settore turistico con il 96,6% delle camere disponibili online prenotato. Sono le mete balneari le più gettonate. Lo certifica l’indagine Assoturismo-CST. “Bene sia l’alberghiero che l’extralberghiero. Green Pass misura utile per evitare nuove chiusure”.

Agosto sold-out in Sicilia

Sarà un Ferragosto da quasi tutto esaurito per il Turismo siciliano con il 96,6% delle camere disponibili sui principali portali delle agenzie online occupate dal 13 al 16 agosto. Il dato emerge dall’indagine nazionale commissionata da Assoturismo Confesercenti al Centro Studi Turistici di Firenze e si basa su una rilevazione chiusa il 9 agosto scorso e, dunque, con ulteriori margini di crescita.

La Sicilia oltre la media nazionale

Si tratta di un dato incoraggiante, che supera la media di occupazione rilevata a livello nazionale (89,6%) e che colloca l’Isola tra le mete italiane preferite di questa estate insieme a Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Marche, Abruzzo, Puglia e Sardegna. Dalle maggiori località di mare alla montagna, agosto è tutto esaurito. “Finora è andata molto bene: gli alberghi nelle località di mare sono pieni e anche per l’extralberghiero la percentuale di saturazione dell’offerta ricettiva è a livelli altissimi”. Lo dice Vittorio Messina, presidente nazionale di Assoturismo Confesercenti e presidente regionale di Confesercenti Sicilia.

Mare al top in Sicilia

Secondo l’indagine, ad andar bene in tutta Italia oltre alle località balneari sono anche quelle “green” della campagna e collina con l’86,7% delle camere prenotate. Bene anche le destinazioni montane, con tassi di occupazione media intorno al 91%. Un buon recupero di prenotazioni si registra per le strutture delle località termali e del benessere che segnano il 75,6% di saturazione. Più ridotto l’incremento nelle città d’arte (77,3%) che continuano a soffrire l’onda lunga del COVID. Volano soprattutto le isole minori siciliane. Si registra il tutto esaurito a Pantelleria, alle Eolie e alle Isole Egadi. Bene anche Lampedusa, Linosa e Ustica.

Buono il giudizio sul Green Pass

Anche sul Green pass il giudizio è positivo. “Sull’Isola l’impatto temuto per il settore della ristorazione che è stato denunciato altrove, non c’è stato o è stato minimo. Qui in estate, la maggior parte delle attività sposta il servizio all’esterno. Gli imprenditori hanno accettato la misura – spiega Messina – anche se va resa meno onerosa e più facile da gestire per le imprese. Come associazione, consideriamo il Green Pass turistico un primo intervento per riuscire a convivere con questa malattia, soprattutto in vista dell’autunno. L’unica preoccupazione è che l’Isola possa diventare zona gialla e che la stagione possa chiudere in anticipo”.

Ora evitare zona gialla

I numeri, finora, sono più che positivi. “Dopo un avvio lento – conclude Messina – la domanda turistica ha iniziato a consolidarsi a metà luglio per dare concreti segnali di ripartenza ad agosto anche con l’arrivo del turismo straniero. Adesso è importante evitare frenate”.

 

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.