A Balestrate stop alle ricerche della ragazza dispersa a mare

Si sarebbe trattato di un falso allarme e la Capitaneria di Porto ha sospeso le ricerche dopo 48 ore di attività ininterrotte

A Balestrate è stato dato lo stop alle ricerche della ragazza dispersa in mare. Dopo due giorni di ricerche senza esito la Capitaneria di porto ha deciso di sospendere le attività di quello che è rimasto un mistero.

La ragazza sarebbe scomparsa tra i flutti del mare di Balestrate. Almeno è quanto è stato raccontato da un ragazzo che è stato salvato dai bagnini. Dopo che è scattato l’allarme, è stata battuta palmo a palmo l’intera area da una motovedetta e da un elicottero ma della ragazza nemmeno l’ombra.

Tra l’altro sulla spiaggia non è stato trovato alcun oggetto di proprietà della donna. Nessuna denuncia, inoltre, è stata presentata per la scomparsa della presunta ragazza dispersa a Balestrate.

Un giallo sempre più misterioso visto che il giovane salvato, dopo aver raccontato di aver visto la donna in difficoltà tra le onde, è fuggito via senza dare ulteriori indicazioni. Del giovane si sono subito perse le tracce.

Intanto in cielo volava un elicottero e in mare c’era una motovedetta che non hanno smesso per due giorni di cercare la donna.

La Capitaneria di porto e la polizia hanno cercato di ricostruire quanto è successo e hanno anche raccolto la testimonianza di un bagnino che ha alimentato i dubbi: avrebbe notato una ragazza entrare in acqua, ma la giovane non sarebbe più tornata a riva.

In azione sono entrati quindi due unità della Guardia Costiera, la motovedetta CP838 e il battello B59, un elicottero della GdF, una unità navale e i sommozzatori dei Vigili del fuoco.

Al termine delle ricerche si può affermare che si è trattato di un falso allarme anche se non è chiaro perchè il ragazzo abbia lanciato l’allarme e poi sarebbe scappato via a gambe levate. A pesare sul mistero di Balestrare ci sono anche le dichiarazioni del guarda spiagge.