Terremoto a largo di Palermo, trema anche la provincia di Catania

Un terremoto superficiale visto che l’ipocentro è stato localizzato a 5 chilometri sotto il livello del mare

Durante la notte da poco passata si è verificata un’altra scossa, in Sicilia

Una scossa di terremoto a largo delle coste del Palermitano è stata registrata questa mattina dagli strumento dell’Istituto di Geofisica e Vulcanologia. Il sisma è stato localizzato a 35 km dalla costa di Isola delle Femmine a una profondità di 5 km quando erano le 9.22 (ora italiana). Il terremoto ha fatto registrare una magnitudo di 2.6 gradi della scala Richter.

Un terremoto superficiale visto che l’ipocentro è stato localizzato a 5 chilometri sotto il livello del mare, ma fortunatamente non si sono verificati feriti ne tanto meno danni alle strutture degli edifici. Nel raggio di quaranta chilometri dall’epicentro troviamo Palermo, che dista 32 km, nonché Bagheria (36 km). Più distante invece Trapani, a 89 km. 

Durante la notte da poco passata si è verificata un’altra scossa, in Sicilia. Il sisma è stato localizzato nel parco dell’Etna. Sempre in base a quanto raccoglie e comunica l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, la scossa è stata registrata alle ore 3:06 fra giovedì e venerdì 18 ottobre, in quel di Milo, comune in provincia di Catania, a due passi dal vulcano Etna. Anche in questo caso non sono stati segnalati danni a cose o persone.