Rubano in una villa di Monreale, il giudice li condanna a pagare i danni

I due ragazzi sono stati sorpresi dai carabinieri mentre asportavano delle grondaie in rame

Ora dovranno risarcire il proprietario della villa dei danni arrecati durante il furto

Un ragazzo di 22 anni e uno 26 anni sono stati fermati dai carabinieri di Monreale dopo essere stati sorpresi a rubare dentro una villetta di Pioppo, frazione di Monreale.

I due, approfittando dell’assenza dei proprietari, dopo essersi introdotti nella villetta, sono saliti sul tetto dove si trovavano delle lunghe grondaie in rame che hanno divelto.

Mentre uno portava via le grondaie, l’altro faceva da palo ed è stato subito arrestato.

Una volta giunti i carabinieri, l’altro ragazzo è riuscito a fuggire nelle campagne di Pioppo per le campagne ma 26enne è stato bloccato dopo un breve inseguimento.

La refurtiva, del valore di migliaia di euro, è stata recuperata e restituita al proprietario della villa. Il rame ricavato dalle grondaie sarebbe stato destinato al mercato nero e avrebbe potuto fruttare cospicui guadagni.

Per entrambi il giudice ha disposto l’obbligo di risarcire il proprietario della villa dei danni arrecati alla sua abitazione.

Il sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se accedi a un qualunque elemento del sito acconsenti all"uso dei cookie ACCETTO più info

Politica sui Cookie