Casa di riposo degli orrori a San Giuseppe Jato, schiaffi e capelli tirati a una nonnina

Una casa di riposo degli orrori è stata scoperta a San Giuseppe Jato. Due donne si trovano ai domiciliari con l’accusa di maltrattamenti fisici e psicologici nei confronti di un’anziana ospite della struttura di accoglienza di 76 anni.

Schiaffi, capelli tirati e cibo somministrato con forza, sono solo alcune delle vessazioni che i carabinieri hanno potuto registrato in presa diretta da settembre ad oggi all’interno della casa di riposo.

Le due indagate avrebbero usato gesti di violenza talmente efferati che i carabinieri di Monreale non hanno potuto esitare ulteriormente come ha sottolineato il capitano della compagnia di Monreale. Una violenza tale che le immagini registrate dai militari non possono essere pubblicate. “Siamo dovuti intervenire immediatamente per interrompere le condotte in atto perché c’era in gioco l’incolumità della vittima”, dice il capitano Andrea Quattrocchi.

Le due donne, di 55 e 60 anni, una di San Giuseppe Jato e una di San Cipirello, che lavorano nella casa di riposo da circa 18 anni, si trovano adesso agli arresti domiciliari. Le indagini sono scattate dopo la denuncia dei parenti dell’anziana. Sul suo corpo avevano notato lividi ed amatomi.