Sequestrata discarica abusiva a Corleone con tonnellate di rifiuti pericolosi (VIDEO)

Sul posto la Guardia di Finanza e i tecnici del Comune di Corleone

La Guardia di Finanza ha sequestrato una discarica abusiva a Corleone.

Nella discarica c’erano rifiuti pericolosi

Nei giorni scorsi i finanzieri della Tenenza di Corleone, nell’ambito di un servizio d’iniziativa in materia di polizia ambientale, hanno sequestrato un’area adibita abusivamente a discarica di rifiuti pericolosi.


In particolare le Fiamme Gialle, durante le ordinarie operazioni di controllo economico del territorio, hanno individuato un appezzamento di terreno sito nel comune di Corleone (PA), all’interno del quale erano accatastati diversi rifiuti speciali.

La Finanza ha agito con l’ausilio di due tecnici comunali designati dall’ente comunale quali ausiliari di polizia giudiziaria. È stato eseguito un sopralluogo approfondito all’esito del quale è stata accertata la presenza all’interno del sito di serbatoi e lastre di eternit non integre, equivalenti per 250 chili, sfabbricidi pari a una tonnellata, pneumatici, scarti plastici, scarti metallici, bottiglie di vetro per un totale complessivo di circa due tonnellate, conferiti illegalmente da soggetti ignoti.

La Finanza ha interessato il sindaco per la bonifica

Per i fatti sopra descritti, costituenti fattispecie penalmente rilevanti ai sensi del Testo Unico in materia di tutela ambientale (art. 256, comma 1 e 3, del D.LGS. 152/2006) e punite con l’arresto da 6 mesi a due anni e con l’ammenda da €. 2.600 a €. 26.000, è stata inoltrata, alla competente Autorità Giudiziaria, apposita comunicazione di notizia di reato nei confronti di ignoti mentre l’area adibita a discarica abusiva è stata sottoposta sequestro preventivo (ex art. 321 c.p.p.). Contestualmente è stato interessato il sindaco della Città di Corleone competente sull’area interessata per l’avvio delle operazioni di bonifica.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.