Misilmeri, intimidazione al giornalista Valentino Sucato, a fuoco la porta di casa

Cosparsa di liquido infiammabile e data alle fiamme la porta di casa del giornalista di Misilmeri, in provincia di Palermo, Valentino Sucato. Un atto intimidatorio in piena regola che ha generato lo sdegno generale e la solidarietà di istituzioni e concittadini.

La vicenda si è consumata nel corso della notte tra sabato e domenica.

Sull’episodio, che ha scioccato la comunità di Misilmeri, stanno indagando i carabinieri del Comando provinciale di Palermo. I militari hanno avviato le indagini per risalire agli autori del gesto. Sono in corso le analisi dei filmati degli impianti di videosorveglianza nelle vicinanze dell’abitazione del cronista. 

Il cronista vittima dell’intimidazione  ha dichiarato che, superato un primo momento di preoccupazione che l’ha colpito, principalmente nei riguardi della sua famiglia. Il giornalista non ha perso la sua intenzione di continuare nella nobile attività dell’informazione con una nuova forza, senza permettere a tali gesti meschini di fermare un servizio alla collettività come il giornalismo.

“Apprendiamo e condanniamo il vile gesto che ha subito il nostro amico e concittadino Valentino Sucato – ha detto il sindaco di Misilmeri Rosalia Stadarelli – Riponiamo nelle forze dell’ordine la nostra fiducia sicuri che presto si possa fare luce su quando accaduto. A Valentino e alla sua Famiglia un grande abbraccio”.

Solidarietà anche dal Gruppo siciliano dell’Unci (Gruppo di specializzazione della Fnsi-Assostampa)

Il cronista Valentino Sucato collabora con il ‘Giornale di Sicilia’ e a Misilmeri si occupa di un blog. L’Unci Sicilia in una nota “condanna il vile messaggio e respinge al mittente l’intimidazione”. “Chiediamo agli organi inquirenti – ha detto il presidente dell’Unci Sicilia, Leone Zingales – di fare luce al piu’ presto sulla minaccia per consentire a Valentino Sucato di lavorare con la serenita’ necessaria. L’Unci Sicilia sara’ sempre al fianco dei giornalisti minacciati”.

La solidarietà al giornalista Valentino Sucato anche da parte di Diretta Sicilia.