Tentato omicidio allo Zen, 48enne crivellato da colpi di arma da fuoco

Sparatoria stasera allo Zen dove un uomo è stato ferito con alcuni colpi di pistola e ora è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Villa Sofia

Sparatoria allo Zen di Palermo. Un uomo di 48 anni è stato ricoverato all’ospedale Villa Sofia in gravissime condizioni dopo che è stato crivellato da alcuni colpi di arma da fuoco.

L’agguato si è consumato in via Costante Girardengo in pieno quartiere Zen, proprio sotto casa di Salvatore Maranzano, questo il nome della vittima, classe 1971. Si tratta di un ex pip che prestava servizio in una scuola palermitana. L’uomo, una volta giunto a Villa Sofia in condizioni disperate, è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico d’urgenza.

Sul luogo del tentato omicidio dello Zen numerose auto della Squadra Mobile della Polizia che ora sta battendo ogni pista per risalire agli autori dell’agguato. Dalle prime ricostruzioni del tentato omicidio, sembrerebbe che a sparare siano stati due uomini a  bordo di uno scooter,

Non si sa ancora se siano stati sparati colpi di pistola o altre armi da fuoco nè quanti colpi siano stati esplosi. Forse i killer hanno anche utilizzato un silenziatore.

Si torna a sparare a Palermo. Solo pochi giorni fa a Belmonte Mezzagno si è consumato un altro tentato omicidio. Nella centralissima via Kennedy, due sicari a bordo di una moto, hanno tentato di ammazzare Giuseppe Benigno, geometra. In pieno giorno sono entrati in azione i due killer che sono riusciti a fuggire dopo aver esploso alcuni colpi di pistola contro la Bmw dell’uomo rimasto fortunatamente solo ferito. La sparatoria allo Zen di questa sera è un chiaro segnale che a Palermo qualcosa sta cambiando.