Arrivano navi e aliscafi nuovi per Eolie, Pelagie e Pantelleria

La Regione Siciliana stanzia 130 milioni per acquistare le nuove imbarcazioni dopo anni di disagi

Le isole minori della Sicilia, dopo anni di disagi, potranno contare su navi e aliscafi nuovi. Dopo le innumerevoli polemiche per le condizioni dei mezzi di trasporto per le isole minori, arrivano 130 milioni di euro dalla Regione per comprare navi e aliscafi che collegheranno la Sicilia ai suoi tanti e splendidi arcipelaghi nel miglior modo possibile.

È stato registrato dalla Corte dei conti e pubblicato sul sito del ministero delle Infrastrutture il decreto che stanzia il finanziamento per l’acquisto di tre navi e due aliscafi da mettere al servizio delle isole minori della Sicilia.

Si tratta di due imbarcazioni (di classe A) che vengono destinate alle Pelagie e alle Eolie, mentre la terza imbarcazione (di classe B) all’isola di Pantelleria.

Gli aliscafi verranno impiegati, come detto, negli arcipelaghi. «Questo provvedimento – commenta il presidente della Regione Nello Musumeci – rappresenta un’innovazione storica e costituirà l’occasione per un concreto e notevole salto di qualità nel trasporto marittimo fra la Sicilia e le isole minori. C’era, infatti, l’esigenza di dovere offrire ai residenti e ai turisti mezzi non più obsoleti, ma moderni, sicuri e dotati di ogni comfort. La nostra Regione, grazie all’impegno del mio Governo, ha avuto peraltro assegnate la maggior entità di fondi rispetto a tutte le altre d’Italia come Campania, Veneto, Liguria».

«Si conclude – aggiunge l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone – un iter che avevamo iniziato con il ministro Graziano Delrio e che era poi passato al ministro Danilo Toninelli. Li ringraziamo, così come un plauso va al direttore generale Angelo Montoni per aver creduto nell’operazione. Siamo già al lavoro per la redazione del capitolato d’appalto e per un piano condiviso con i vettori marittimi che dovrà avere come priorità il mantenimento della navigazione anche in condizioni meteo-marittime avverse. Le nuove imbarcazioni, infatti, contano su più moderne tecnologie e materiali di costruzione. Inoltre, grazie all’alimentazione a gasolio green, la Regione potrà conseguire un risparmio di spesa corrente di ben venti milioni di euro annui».

Dopo anni di proteste arrivano dei segnali incoraggianti per le isole minori siciliane. Il problema delle navi e delle aliscafi che collegavano le isole minori ha causato in passato disservizi e disagi. Continui guasti, turisti infuriati e cittadini stanchi di dover sopportare tutto questo.

Una situazione che i residenti delle isole minori trovavano davvero intollerabile, visto che per loro il trasporto marittimo è l’unico mezzo per raggiungere le maggiori città della Sicilia e non solo, e il dover sopportare i guasti dovuti a delle navi non certo di ultima generazione era visto quasi come un insulto. Anche gli operatori turistici più volte avevano manifestato tutto il loro disappunto.