In Sicilia mille furbetti del doppio Reddito di Cittadinanza, scoppia il caso europeo

Vivono tra la Sicilia (e non solo) e il Belgio. Portano via dalle casse dello Stato circa 10 milioni di euro

Tra i furbetti del Reddito di cittadinanza non ci sono solo quelli che lo prendono senza averne diritto ma ci sono anche quelli che lo prendono per ben due volte. Tra le migliaia di siciliani che prendono il Reddito di cittadinanza, infatti, c’è chi riesce a prenderlo da due stati. Sarebbero circa un migliaio e i numeri sarebbero destinati ad aumentare visto il passaparola.

Oggi in Sicilia ne sono stati scoperti 102 dai Carabinieri ma sono nulla rispetto a quello sta venendo fuori. Sono i furbetti del doppio reddito di cittadinanza. Vivono tra la Sicilia (e non solo) e il Belgio. Portano via dalle casse dello Stato circa 10 milioni di euro. È una inchiesta di Repubblica in edicola oggi che svela il sistema del doppio reddito di cittadinanza.

Dopo il Belgio, tra le mete preferite, ci sarebbero anche Germania e Olanda.
Oltre alla Sicilia, il sistema si sta espandendo anche alla Campania, alla Puglia e alla Sardegna.

Chi prende il doppio reddito di cittadinanza ha ben capito il trucco che però è un reato. Si parla di truffa.
In sostanza, chi va all’estero è obbligato a iscriversi all’Aire, l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero. Il percettore furbetto però non si iscrive nel registro e continua ad avere residenza sia in Italia, sia nello stato estero.

Un lavoro facile visto che l’iscrizione all’Aire non è soggetta a controlli e il suo inadempimento non comporta sanzioni. È però obbligatoria.

Un siciliano che si trasferisce a Bruxelles e non si iscrive all’Aire risulta residente in Italia e per il Belgio residente nella capitale belga, e né l’Italia né il Belgio sono a conoscenza della doppia illegittima residenza del soggetto. Il gioco allora è fatto e può prendere il reddito di cittadinanza in entrambi gli stati.

Da Bruxelles si possono percepire fino a 1.300 euro al mese con controlli pari a zero. Sommando il reddito di cittadinanza italiano, il furbetto mette nelle casse cifre astronomiche. Un modo di agire che configura il reato di truffa ai danni dello Stato.

Non solo classici furbetti del Reddito di cittadinanza quindi ma anche quelli del doppio sussidio.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.