Mafiosi ma con il Reddito di Cittadinanza denunciati dai Carabinieri

A Lercara Friddi anche i mafiosi prendevano il reddito di Cittadinanza, come hanno scoperto i Carabinieri

0

I carabinieri della Compagnia di Lercara Friddi, nel Palermitano, hanno denunciato cinque persone che prendevano il reddito di cittadinanza. Si tratta dei classici furbetti del reddito e tre di loro hanno riportato condanne definitive per associazione mafiosa.

La Scoperta dei Carabinieri a Lercara Friddi

In particolare, i cinque sono indagati per aver reso false dichiarazioni all’Inps al fine di ottenere il sussidio. Oltre ai tre condannati per mafia sono stati denunciati la madre di uno di loro e la compagna. I redditi percepiti indebitamente sono circa 20 mila euro. All’autorità giudiziaria di Termini Imerese verrà richiesta l’emissione del provvedimento di sospensione e la successiva revoca del beneficio.

I mafiosi arrestati nell’operazione Bivio con il reddito

Il welfare della mafia, ma anche la mafia che sfrutta i sussidi a beneficio personale. I carabinieri di Palermo hanno, accertato che cinque dei sedici fermati nel corso dell’operazione Bivio dei giorni scorsi percepiscono il reddito di cittadinanza. Anche il capomafia dello Zen Giuseppe Cusimano. Il reddito lo hanno percepito anche Andrea Mancuso, considerato uomo d’onore della famiglia di Tommaso Natale, Giuseppe Rizzuto e Andrea Barone accusati di estorsione e minacce e Carmelo Barone, che insieme al figlio Andrea sarebbe stato tra i protagonisti di una sparatoria allo Zen.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.