Musumeci pensa alla zona gialla in Sicilia se “cittadini responsabili”

I numeri dei contagi indicano una Sicilia da zona gialla ma salto di colore era impossibile

  • La Sicilia in zona arancione con dati da zona gialla

  • Musumeci critica i siciliani indisciplinati

  • “Con zona rossa abbiamo vinto la battaglia”

  • Comuni in zona rossa se aumentano i contagi

 Il presidente della regione Siciliana adesso punta alla zona gialla in Sicilia.

Nello Musumeci torna ad attaccare i siciliani indisciplinati e dichiara guerra ai furbetti del vaccino. Intanto la Regione Sicilia da domani sarà in zona arancione con maggiore libertà di spostamento e negozi che riaprono dopo lo stop della zona rossa.

Ancora assembramenti al centro della critica

“Voglio sperare nella condotta responsabile di questa minoranza che ci ha messo in difficoltà nel periodo delle festività”. A poche ore dall’arrivo della zona arancione il presidente della Regione Nello Musumeci se la prende ancora con i siciliani che si assembrano e fissa il prossimo obiettivo: “Adesso – dice – puntiamo alla zona gialla e per farlo abbiamo bisogno di una condivisione da parte di tutti perché la politica arriva dopo. Quello che conta è innanzitutto il numero dei contagi e il numero dei decessi”.

L’intervista a Musumeci

“Abbiamo vinto la nostra battaglia – ha detto Musumeci ieri notte a Titolo Quinto, su RaiTre – perché se non avessimo dichiarato la zona rossa il 17 gennaio probabilmente saremmo rimasti tutto il mese di febbraio condannati a restare chiusi. È chiaro che se dovessero emergere delle particolari esigenze soprattutto nelle aree metropolitane adotterò dei provvedimenti da zona rossa limitati ai focolai”.

Obiettivo è zona gialla

I numeri dei contagi indicano una Sicilia da zona gialla che non è stata dichiarata solo perché non è possibile il doppio salto di colore. Per questo la Sicilia è stata inserita tre le regioni arancioni. La lega Sicilia ora preme per l’a zona gialla e la ripartenza delle attività. “Il passaggio in arancione – osserva il segretario della Lega Nino Minardo – è un buon risultato per tutti i siciliani e ci sprona a comportamenti sempre responsabili in maniera da uscire definitivamente dall’incubo delle restrizioni e dei conseguenti danni all’economia e alla socialità. L’obiettivo è di ottenere una prossima ordinanza del ministro della Salute che ci porti in zona gialla se non addirittura bianca”.

Mini zone rosse se aumentano i contagi

“E’ chiaro – ha aggiunto Musumeci – che se dovessero emergere delle particolari esigenze soprattutto nelle aree metropolitane adotterò dei provvedimenti da zona rossa limitati ai focolai ma voglio sperare nella condotta responsabile di questa minoranza che ci ha messo in difficoltà nel periodo delle festività e quindi il nostro obiettivo adesso è quello di puntare alla zona gialla e per farlo abbiamo bisogno di una condivisione da parte di tutti perché la politica arriva dopo. Quello che conta è innanzitutto il numero dei contagi e il numero dei decessi.”

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.