Intimidazione o no? Su questo indagheranno i carabinieri. Fatto sta che il titolare si un’attività di rivendita di tabacchi di Borgo Molara, frazione del Comune di Palermo ha trovato la saracinesca crivellata da numerosi colpi di pistola.

L’amara scoperta del gestore è stata fatta ieri mattina quando si apprestava ad alzare la saracinesca dell’attività dopo la chiusura del week end.

La tabaccheria si trova proprio al centro della piazza della borgata vicina a Monreale, in via Aquino Molara, e pare strano nessuno abbia potuto sentire i colpi di pistola sparati contro l’ingresso della tabaccheria. I colpi di arma da fuoco sarebbero stati sparati nel corso della notte tra domenica e lunedì.

Sul posto sono arrivati i carabinieri e la Scientifica per ricostruire la dinamica e arrivare alle cause che hanno portato ignoti a sparare contro la saracinesca. I militari con molta probabilità analizzeranno le telecamere di videosorveglianza installate nelle vicine attività commerciali presenti nella piazzetta di Borgo Molara.

Intanto il titolare della tabaccheria, interrogato dai carabinieri in seguito all’intimidazione, avrebbe negato di aver ricevuto in passato minacce o richieste estorsive.

Ricevi tutte le news

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui