Home Economia Ryanair punta su Palermo: investimenti per 500 milioni, nuovi voli e posti...

Ryanair punta su Palermo: investimenti per 500 milioni, nuovi voli e posti di lavoro

Nel dettaglio, Ryanair opererà più di 530 voli settimanali per l’estate 2022, il +38% rispetto alla stagione pre-pandemia

0

La compagnia aerea Ryanair, annuncia l’operativo più grande di sempre da Palermo, con un ulteriore aeromobile basato ($100 milioni in più d’investimento) e 39 rotte tra cui 4 nuove verso destinazioni come Baden-Baden, Barcellona, Edimburgo e Genova. I cinque aerei di Ryanair basati a Palermo rappresentano un investimento di oltre 500 milioni di dollari, che andrà a supportare più di 150 posti di lavoro nel settore dell’aviazione e più di 3.300 posti di lavoro indiretti a Palermo.

Ryanair punta sullo scalo palermitano

L’operativo di Ryanair per l’estate 2022 su Palermo offrirà 5 aerei basati, 500 milioni di dollari di investimenti sull’aeroporto di Palermo oltre a 39 rotte totali, più di 530 voli a settimana e oltre 3.300 posti di lavoro totali.

Nel dettaglio, Ryanair opererà più di 530 voli settimanali per l’estate 2022, il +38% rispetto alla stagione pre-pandemia, per dare ai propri clienti a Palermo un’abbondanza di scelta verso le principali destinazioni europee oppure verso mete di vacanz, dando inoltre al turismo incoming una spinta necessaria dopo due estati perse.

“In qualità di compagnia aerea numero 1 in Italia- dice a Palermo Mauro Bolla, Country Manager di Ryanair per l’Italia -, Ryanair è lieta di annunciare l’incremento della propria capacità questa estate sulla propria base a Palermo, con l’aggiunta di un quinto aeromobile basato. I clienti hanno una vasta scelta con oltre 530 voli settimanali su 39 rotte, tra cui 4 nuovi collegamenti estivi per Baden-Baden, Barcellona, Edimburgo e Genova.

L’appello di Ryanair al governo

“Per accelerare la ripresa del turismo, chiediamo al Governo Italiano di eliminare su tutti i viaggi aerei dal 2022 al 2025 la “tassa sul turismo”, che sta danneggiando la competitività degli aeroporti italiani rispetto a quelli europei. L’eliminazione di questa tassa faciliterebbe una rapida ripresa del traffico aereo italiano e dei posti di lavoro grazie alle tariffe basse e al piano di crescita a lungo termine di Ryanair”.

“Si consolida la partnership con Ryanair, compagnia che ha contribuito in maniera decisa all’aumento dei passeggeri da e per l’aeroporto internazionale “Falcone Borsellino” di Palermo – dice Giovanni Scalia, CEO di Gesap, società di gestione dello scalo aereo palermitano – La programmazione di questa stagione estiva conferma il solido rapporto commerciale, che ormai dura da tempo, con la compagnia, che continua a investire sull’aeroporto e sul territorio”.

Articolo precedenteRompe il setto nasale al medico con una testata, brutale aggressione a Villa Sofia
Articolo successivoVola da 30 metri e muore a 19 anni, dolore per Piero Amato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui