A Trappeto un’officina abusiva, denunciato il titolare

Il meccanico è stato denunciato per le ipotesi di reato in materia ambientale

La Guardia di Finanza di Partinico scopre a Trappeto una officina abusiva e denuncia il titolare.

In particolare, i Finanzieri della Compagnia di Partinico (PA) hanno individuato un’autofficina che operava senza autorizzazione prevista dalla legge.

L’officina abusiva a Trappeto

Le Fiamme Gialle, durante un controllo economico del territorio, nella periferia di Trappeto hanno intravisto, dall’entrata di un garage privato, un locale in cui si svolgeva attività di riparazione di veicoli. All’interno, i Finanzieri hanno constatato la presenza di una vera e propria autofficina dotata di diversi banchi da lavoro completi di strumentazioni e utensileria, compressori, saldatrici, lucidatrici, una gruetta idraulica da sollevamento, alcuni compressori e un ponte sollevatore, oltre a batterie per auto, taniche d’olio esauste, pezzi di ricambio e autovetture in corso di riparazione.

L’attività senza alcuna autorizzazione

Il responsabile, che ha dichiarato di operare in forma abusiva da lungo tempo, svolgeva tale attività senza alcuna autorizzazione ambientale per l’emissione delle polveri in atmosfera e lo scarico delle acque reflue, in assenza di qualsivoglia autorizzazione amministrativa per l’inizio dell’attività e senza aver palesato la propria posizione al fisco.

L’uomo adesso rischia una sanzione che può arrivare fino a 15 mila euro per l’esercizio dell’attività in assenza della Scia. È stato possibile constatare l’omessa installazione del misuratore fiscale, per cui l’autore della violazione dovrà corrispondere una somma da euro 1000 a 4.000 euro. I locali aziendali, i macchinari e le attrezzature da lavoro sono state sottoposte sia a sequestro amministrativo che penale.

Il meccanico è stato denunciato

Il meccanico è stato denunciato per le ipotesi di reato in materia ambientale, concernenti sia l’emissione in atmosfera delle polveri sia lo scarico non autorizzato di acque reflue.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.