Tradita perdona il marito, da Siracusa a C’è Posta per te

Da Siracusa a C’è Posta per Te, su Canale 5. Storia di tradimenti e di sospetti tradimenti in prima serata su Canale 5. Lui tradisce lei, lei lo persona ma lui continua a parlare con la sospetta amante. “Se sono arrivato fino a qui è perché voglio chiederti perdono…” Le parole di un uomo pentito di aver tradito la moglie.

La storia siciliana che parla di una moglie tradita e un marito che tradisce. “Chiedo perdono a te, a tua mamma, a tutti”. Dice lui davanti la busta.
“Io mi sono annullata per lui – dice lei – Ho scaricato tutta la memoria del suo cellulare. Se non mi racconti una cosa c’è del marcio”.

“Lui dice che non c’è stato mai nulla oltre all’unico tradimento ma lei ha scoperto che l’ex continua a a parlare con la donna con cui l’ha tradita dopo aver ottenuto il perdono della moglie.
Lei:”Non riesco più a riconoscerlo”. Lui ammette, “Ho sbagliato. Ho sbagliato”.

“Con lui non ero gelosa, la gelosia non porta a nulla. Dopo che l’avevo perdonato era un’altra persona. Era premuroso, mi carezzava. Poi non più”. Ed ecco che scopre che c’è qualcosa che non va in lui.

“Sono uomo, abbiamo tre neuroni – si giustifica -. Voi donne avete un passo in più”. Il pubblico se la ride.

Lei, dopo averlo perdonato, vede il suo cellulare. “Mi aveva omesso cose, l’ho capito dalla sua faccia. C’era qualcosa che mi doveva dire”. Lui infatti avrebbe continuato a parlare con l’amante.
“I parenti ci sono rimasti malissimo – dice la donna -. Io mi vergogno ma si dovrebbe vergognare lui.

“Lui ti manca?”, chiede Maria. “Certo che mi manca. Non mi spiego come abbia fatto una cosa del genere”, dice la donna.

“Sono stupido”, risponde lui. “Poi però hai continuato a tradirmi con il pensiero”, risponde la moglie. “Ti sono caduti anche i capelli, ti sta bene, ti sei imbruttito”. Lui insiste e chiede un’altra possibilità. “Vorrei riconquistarti, sei speciale per me”.
Alla fine la busta di apre. Pace fatta, “Gli darei uno schiaffo”,dice lei.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.