Violenta lite finisce nel sangue a Palermo: 42enne accoltellato al ventre

Palermo – Un uomo di 42 anni è stato accoltellato questa mattina nel corso di una lite scoppiata per motivi economici in via Felix Mendelssohn, a Palermo. La vittima ha riportato diverse coltellate all’addome ed è stata trasportata d’urgenza prima all’ospedale Cervello e poi, dopo le prime cure, trasferita al nosocomio Villa Sofia.

Secondo una prima ricostruzione, tutto sarebbe partito da un diverbio avvenuto nei pressi di un esercizio commerciale tra il 42enne e il suo aggressore, il titolare del negozio. I due avrebbero iniziato a discutere animatamente per questioni di soldi, forse per un debito non saldato, quando la situazione è degenerata. Il commerciante avrebbe estratto un coltello o un altro oggetto tagliente e colpito ripetutamente l’uomo, ferendolo gravemente all’addome.

Sarebbe stato un amico della vittima, accorso sul luogo, a caricare l’uomo sanguinante in macchina e a trasportarlo d’urgenza all’ospedale Cervello, senza aspettare l’arrivo dell’ambulanza. Una corsa disperata per tentare di salvargli la vita. Giunto al pronto soccorso, il 42enne è stato immediatamente preso in cura dai medici che hanno riscontrato una profonda ferita da taglio allo stomaco, dalla quale l’uomo aveva perso molto sangue. Dopo le prime cure urgenti, il ferito è stato trasferito al più attrezzato ospedale Villa Sofia, dove è ricoverato in gravi condizioni.

Sul luogo dell’aggressione sono intervenuti gli agenti della Squadra Mobile di Palermo, che hanno avviato le indagini e acquisito i video delle telecamere di sorveglianza della zona, che potrebbero aver ripreso la violenza. L’aggressore, il titolare del negozio, è attualmente ricercato dalla polizia.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale