Salvano uomo che tenta il suicidio, Misilmeri premia i fratelli Mulè

Vincenzo Mulè e il fratello Filippo Domenico, si sono resi protagonisti di un grande atto di coraggio e altruismo

Hanno salvato un uomo che stava per farla finita buttandosi da un ponte lungo la SS121. Ora il comune di Misilmeri vuole riconoscere loro la “ricompensa al valor civile”. Si tratta dei fratelli Vincenzo e Filippo Domenico Mulè che nell’aprile scorso salvarono l’uomo, strappandolo con coraggio alla morte.

L’uomo che sta per buttarsi dal viadotto

Era il 6 aprile del 2021, Vincenzo Mulè e il fratello Filippo Domenico, si sono resi protagonisti di un grande atto di coraggio e altruismo dopo aver notato un uomo lungo la SS 121 del territorio di Misilmeri, nelle vicinanze di Corso Gaetano Scarpello, che stava per lanciarsi nel vuoto dopo aver scavalcato il guard-rail.

L’impresa dei due fratelli

I due non ci hanno pensato due volte a intervenire.  Hanno afferrato l’uomo che intanto aveva iniziato ad arrampicarsi sul guard rail di protezione del viadotto, con chiaro intento suicida. Sul posto sono arrivati anche due Carabinieri della Stazione di Misilmeri, che hanno aiutato i due fratelli nel trattenere l’uomo che continuava incessantemente a dimenarsi per poter porre fine alla sua vita.

La forza dell’uomo era davvero notevole nel tentativo di svincolarsi dalla presa mediante una serie di scatti, prontamente bloccati dai fratelli Mulè. Tuttavia la sua posizione era pericolante e ormai prossima alla caduta. L’uomo continuava a pronunciare parole sconfortate, con le quali riferiva di essere ormai stanco di vivere. Infine, dopo aver dialogato a lungo, i Carabinieri hanno convinto l’uomo a desistere dall’insano gesto.

L’uomo messo in salvo e il malore

Una volta recuperato e adagiato sull’asfalto però, estenuato dallo sforzo fisico, l’uomo ha iniziato ad avere una crisi epilettica che ne causava l’irrigidimento dei muscoli del corpo. Mentre un Carabiniere lo tratteneva dalle gambe, Vincenzo Mulè con l’aiuto dell’altro Carabiniere  e del fratello Filippo Domenico, lo adagiavamo in una posizione laterale di sicurezza. L’uomo  infine è stato soccorso dal 118.

Misilmeri vuole premiare i sue giovani

Ora il Comune di Misilmeri ha deliberato la proposta di concessione di “ricompensa al valor civile” ai fratelli Vincenzo, Caporal maggiore capo scelto qualifica speciale effettivo presso il IV Reggimento Genio Guastatori di Palermo, e Filippo Domenico Mulè. Obiettivo è premiare l’attività di eccezionale valore sociale e manifestazione di virtù civica, degna di pubblico onore. Le ricompense vengono conferite con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministro dell’Interno per cui sarà lo stesso Comune di Misilmeri a chiedere alla Prefettura di procedere presso il Ministero dell’Interno per la concessione del riconoscimento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.