La corsa all’ospedale ma partorisce in autostrada, muore il bambino

Una tragedia avvenuta lungo la Palermo-Messina

Le contrazioni, la corsa verso l’ospedale e il dramma. Una tragedia che si è consumata sull’autostrada Messina-Palermo dove una donna di 37 anni ha partorito in auto mentre cercava di recarsi in ospedale. Il piccolo però non ce l’ha fatta.

Il dramma è avvenuto all’altezza dello svincolo di Santo Stefano di Camastra. La donna ha partorito in una piazzola, aiutata dal suo compagno e da alcuni operai dell’Anas. Poi però il bambino è morto nonostante l’arrivo degli operatori del 118.

La donna è stata trasferita all’ospedale Barone Romeo di Patti. A Mistretta, da tempo, non c’è più il reparto di ostetricia che è stato smantellato e la distanza con l’ospedale di Patti è di circa 80 chilometri.

È iniziata la corsa per l’ospedale dopo che la donna, al settimo mese di gravidanza, ha avvertito le contrazioni. In qualche modo il bimbo è venuto alla luce. Poi l’allarme dato da alcuni operai dell’Anas, l’arrivo del 118 e la corsa di madre e neonato verso l’ospedale di Patti. Purtroppo però durante il tragitto le condizioni del piccolo sono peggiorate e il suo cuoricino ha smesso di battere. Le condizioni della madre non destano preoccupazioni.

La Procura di Patti ha aperto un’inchiesta e ha ordinato l’autopsia sul corpicino del bambino.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.