Arrivano restrizioni per i Comuni con più No Vax, boom di casi in Sicilia

In queste ore la Regione sta valutando delle nuove restrizioni

Mentre la Sicilia si salva dallo spauracchio della zona gialla, la Regione pensa a nuove restrizioni per i Comuni con meno popolazione vaccinata. “Noi oggi, con un’ordinanza del presidente Musumeci, stiamo attivando dei centri in ognuno dei comuni della Sicilia che hanno un numero di vaccinati inferiore al 60% del campione. Ed in queste ore si stanno anche valutando delle restrizioni che possano riguardare proprio questi comuni, con l’obiettivo di favorire la vaccinazione”. Lo dice l’assessore Razza in un’intervista a Sky TG24.

“Devo anche dire – aggiunge Razza – che alcune delle nostre iniziative, penso anche all’utilizzazione di alcune regole particolari nel mondo del lavoro e nell’accesso agli uffici pubblici, che sono state oggetto di critica da parte del garante della privacy, hanno visto proprio questa autorità non cogliere lo spirito assolutamente necessario di provvedimenti che una Regione, caratterizzata da un basso tasso di adesione alla campagna vaccinale in alcune fasce generazionali, ha bisogno di introdurre degli elementi che convincano in maniera libera i cittadini a doversi vaccinare”.

Tra i ricoveri il 90% non è vaccinato

“Oltre il 90% dei ricoveri in terapia intensiva sono di non vaccinati – aggiunge Razza -. Lo sforzo che io sto facendo in queste settimane è quello di far comprendere che non c’è antitesi tra il vaccino e la cura. E’ sbagliato, come tante volte leggiamo anche sui social network mettere l’uno contro l’altro le cure domiciliari o la diagnosi contro il vaccino. Il vaccino è uno strumento di prevenzione straordinario. Sono convinto che andando incontro ai cittadini , e aumentando ancora di più il rapporto con i medici di medicina generale, potremo riuscire in questo obiettivo, tenuto conto che la Sicilia è la sesta Regione in Italia per il numero complessivo di dosi vaccinali che sono state inoculate”.

Oggi nuovo boom di positivi

Sono 1.508 i nuovi casi positivi al Coronavirus in Sicilia, su 17.543 tamponi effettuati. Il tasso di positività è pari all’8,59%. E’ quanto si evince dal report giornaliero del ministero della Salute. Con questi numeri l’Isola si conferma ancora la prima per contagi in Italia, seguita da Lazio (661) ed Emilia Romagna (637).

Complessivamente da inizio pandemia i decessi sono 6.201, + 12 rispetto a ieri (la Regione Sicilia comunica che i decessi riportati oggi sono relativi: n.1 del 20/08/21 – n.8 del 19/08/21 – n.3 del 18/08/21 – n. 1 del 16/06/21). Sono 663 (+22) i pazienti ricoverati con sintomi, 83 in terapia intensiva (invariato) con 3 nuovi ingressi. Sono 20.519 le persone in isolamento domiciliare, 21.265 gli attualmente positivi.

 

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

I commenti sono chiusi.