Eccellenze e boom del turismo, la Sicilia si fa bella al Meeting di Rimini

La Sicilia è una delle mete più gettonate di questa estate, ora si mette in mostra al meeting del turismo di Rimini

0

Al Meeting di Rimini, la Regione Siciliana promuove le eccellenze di turismo, imprese hi-tech e formazione ma anche turismo, tecnologia e innovazione, formazione. La Regione Siciliana è presente al Meeting di Rimini, dal 20 al 25 agosto, con un’area espositiva promossa dalla Presidenza della Regione e dagli assessorati regionali delle Attività Produttive e del Turismo per mettere in vetrina le sue eccellenze.

In primo piano la promozione turistica dell’Isola

La Sicilia viene rappresentata con tutte le sue meraviglie architettoniche, culturali e paesaggistiche. In un videowall scorrono le immagini più belle della Sicilia e gli spot del Progetto See Sicily. Si tratta del pacchetto d’incentivi con cui la Regione “offre” a chi viene in Sicilia una notte in albergo ogni due acquistate, oltre ad altri servizi (escursioni, tour guidati, immersioni). «Essere presenti a Rimini – afferma l’assessore al Turismo, Manlio Messina – per il governo Musumeci è un’altra importante occasione per mettere in mostra l’eccezionale patrimonio della nostra terra, invogliare i visitatori a venire e sostenere il settore dell’incoming turistico».

La Sicilia al top nelle prenotazioni

La Sicilia è una delle mete più gettonate di questa estate e i numeri lo confermano. Sono 2 milioni e 300 mila le presenze complessive registrate tra giugno e luglio e si va verso il tutto esaurito per agosto. L’isola registra, inoltre, un incremento del 110% di presenze e arrivi di stranieri rispetto al 2020 contro una previsione Isnart del 30% in più.

Il Meeting di Rimini è opportunità

«L’appuntamento del Meeting – aggiunge l’assessore alle Attività produttive, Mimmo Turano – è una preziosa opportunità per presentare le eccellenze siciliane, quelle turistiche ma anche quelle produttive, in particolare nel campo dell’innovazione. Esserci, inoltre, segna di fatto il ritorno della Sicilia alle manifestazioni nazionali e internazionali in presenza». Sul fronte dell’innovazione, infatti, presente nell’area espositiva della Regione anche il Distretto Meccatronica della Sicilia che raggruppa complessivamente 110 imprese operanti nei settori della meccanica, dell’automatica, dell’elettronica, dell’informatica, conta 2.500 addetti e sviluppa un fatturato complessivo di oltre 300 milioni di euro.

 

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.