Scoperti furbetti del cartellino all’ospedale dei Bambini di Palermo, 9 nei guai (VIDEO)

Assenteisti all'ospedale di Bambini, un caso di badge firmato dal collega

Ancora assenteisti e furbetti del cartellino a Palermo. I Carabinieri ne hanno stanati 8 all’Ospedale dei bambini che si allontanavano dal luogo di lavoro e facevano delle pause caffè alquanto lunghe. 

L’operazione “Caffè lungo”

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo, ha delegato i Carabinieri della Compagnia Piazza Verdi all’esecuzione di 8 misure cautelari, emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari, nei confronti di altrettante persone indagate a vario titolo di truffa aggravata ai danni dello Stato e falso.

Assenteisti all’ospedale di Bambini

Il provvedimento, scaturito dagli esiti dell’attività investigativa del Nucleo Operativo di Piazza Verdi, verte sui comportamenti di assenteismo dal lavoro tenuti da alcuni dipendenti dell’ “Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale -ARNAS- Civico – Di Cristina- Benfratelli” (Ospedale dei Bambini).

Un caso di badge firmato dal collega

assenteisti ospedale di bambini palermoLe indagini, condotte dalla Procura della Repubblica di Palermo, sono state svolte attraverso l’osservazione di videoriprese, pedinamenti e acquisizione di documenti da cui emergerebbe la responsabilità degli indagati, in totale 9, che nel periodo di osservazione – ottobre e novembre 2019- in alcuni casi si sarebbero allontanati dall’ospedale pur risultando in orario di lavoro oppure si sarebbero intrattenuti nelle immediate adiacenze della struttura per un lasso temporale non giustificabile e in un unico caso sarebbe stato utilizzato da parte di un indagato il badge di una collega per fare risultare fraudolentemente la presenza in servizio della stessa.

Le misure cautelari irrogate consistono nella “sospensione dal pubblico ufficio” per dodici mesi, per 3 dipendenti dell’Azienda Ospedaliera e nell’“obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria” per 5 destinatari che sono, invece, inseriti nei piani di occupazione regionale (ex P.I.P.).

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.