A Corleone incendiato portone della chiesa di Sant’Agostino, indagini

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e le forze dell’ordine

Incendiato il portone della Chiesa di Sant’Agostino a Corleone. Questa mattina la città si è risvegliata con la brutta sorpresa di un atto vandalico nella chiesa, proprio nel giorno della festa di San Leoluca.

Nel corso della notte un incendio ha interessato il portone della chiesa di Sant’Agostino, proprio in occasione della ricorrenza. Fortunatamente il fuoco non ha invaso l’interno della chiesa. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e le forze dell’ordine che faranno chiarezza sulle cause del rogo.

Oggi 1° marzo si celebra San Leoluca, patrono della città. Rattristata per l’accaduto, l’amministrazione comunale ha condannato il gesto, compiuto tra l’altro in un giorno di grande devozione da parte della città, e auspica che i responsabili vengano individuati al più presto. Esprime inoltre solidarietà e vicinanza al parroco don Luca Leone, alla confraternita, ai parrocchiani e alla comunità corleonese, interamente colpita da questo atto.

“Non si conoscono le ragioni di un gesto insensato come quello di questa mattina, che nella festa di oggi ha turbato le celebrazioni liturgiche di San Leoluca e a detta del parroco, don Luca Leone: “certamente questo non farà mancare la preghiera per questa città e anche per questi ignoti vandali, affinché per intercessione del Santo Monaco bizantino, il pen-timento del male fatto porti frutti nuovi di conversione”.

Il faticoso e lungo lavoro di rinascita per questo paese, ha visti impegnati in questi anni la Chiesa di Monreale, per mezzo della Caritas diocesana e in partenariato con Confcooperative Sicilia, nella valorizzazione e gestione dei beni culturali ecclesiali a Corleone: “Questa terra sarà bellissima” è un progetto di sviluppo di comunità, sostenuto con i fondi 8xmille. “Ssembra profetico questo progetto per Corleone, esso nasce dal desiderio di offrire la “via della bellezza”, coniugata con la legalità e la solidarietà, e la fatica della lotta alla durezza e brutalità di simili gesti, come quello di oggi, ci fanno capire che siamo sulla via giusta”, ha affermato questa mattina il vescovo, Michele Pennisi, che oggi pomeriggio sarà a Corleone in occasione della festa del Santo Patrono della Città.

“L’Amministrazione – si legge in una nota –  augura in ogni caso alla cittadinanza una serena festa del patrono, confidando nella protezione di San Leoluca in questo momento così difficile a causa della pandemia. Un pensiero speciale inoltre va alle famiglie che in questo periodo sono state colpite da gravi lutti, non solo per il virus. A causa dell’emergenza Covid la tradizionale processione del Santo e le luminiane sono sospese. Stasera alle 19.00 la messa solenne sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook San Leoluca Protettore di Corleone”.

Attentato a Corleone, solidarietà del presidente Musumeci a sindaco e arcivescovo. «Sdegno e condanna per il vile atto incendiario ai danni della chiesa di Sant’Agostino a Corleone nel giorno della festa patronale». Lo ha espresso il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che ha voluto chiamare al telefono il sindaco del centro palermitano, Nicolò Nicolosi e l’arcivescovo della Diocesi, Michele Pennisi. «A qualcuno forse starà dando fastidio l’intesa con la quale le Istituzioni civili e quelle religiose lavorano da anni per restituire serenità alla comunità corleonese. Sono sicuro che l’atto sacrilego non impedirà il percorso virtuoso avviato».

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.