Forestale sorpreso ad appiccare incendio in area protetta, arrestato

I Carabinieri che lo hanno arrestato con l'accusa d'incendio boschivo in area protetta

Un uomo di 61 anni, operaio forestale stagionale, è stato sorpreso ad appiccare un incendio all’interno di un’area protetta. La scoperta l’hanno fatta i Carabinieri che lo hanno arrestato con l’accusa d’incendio boschivo in area protetta.

L’uomo colto in flagranza

I militari di Longi, in provincia di Messina, hanno arrestato, in flagranza di reato, P.A., 61enne, operaio forestale stagionale sorpreso con del materiale combustibile dopo aver appiccato un rogo in località Ferrante di Portella Gazzana nel Comune di Longi.

I Vigili del Fuoco hanno spento il rogo

Il 61enne è stato beccato mentre stava incendiando in un’area boschiva della macchia mediterranea in prossimità del Parco dei Nebrodi, luogo di particolare interesse naturalistico. L’uomo è stato bloccato e, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di vario materiale per la combustione. I militari hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno domato le fiamme, evitando così il propagarsi delle stesse.

Il forestale piromane si trova ai domiciliari

Il materiale è stato sequestrato e il piromane è stato arrestato, in flagranza di reato, per incendio boschivo in un’area protetta. Al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’arrestato è stato condotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.