Caduta massi, iniziano i lavori sulla SP5-bis tra Altofonte e Piana degli Albanesi

La fine di un incubo per tanti residenti di contrada Rebuttone che dovevano percorrere una lunga strada alternativa

Iniziano i lavori di messa in sicurezza della Sp5 bis, chiusa dall’11 dicembre, a causa di alcuni movimenti franosi che ne hanno compromesso la sicurezza. Buone notizie arrivano dopo un vertice che si è tenuto nella sede della città Metropolitana di Palermo.

Iniziano i lavori sulla SP5 Bis

“A partire da domani martedì 9 febbraio – dice il sindaco di Piana degli Albanesi, Rosario Petta –  verranno avviati i primi lavori di messa in sicurezza di competenza della Città Metropolitana di Palermo”. I lavori rappresentano la fine di un incubo per tanti residenti di contrada Rebuttone che da quasi due mesi sono costretti a percorrere strade alternative. In seguito alla chiusura, il percorso alternativo è la SP 34 Piana Portella – San Giuseppe Jato.

Il vertice con la regione e la Città metropolitana

Il 5 febbraio si era volto un altro importante vertice al comune di Altofonte. L’assessore regionale Cordaro ha aperto la riunione ponendo come obbiettivo la risoluzione immediata delle criticità che hanno determinato, nel mese di dicembre, la chiusura del tratto della Sp 5 Bis, con richiesta sia alla Città Metropolitana di Palermo che al Dipartimento della Protezione Civile Regionale di porre in essere, ciascuno per le proprie competenze, i provvedimenti urgenti funzionali alla tempestiva riapertura del tratto stradale oggetto di chiusura al transito, nelle more dell’intervento definitivo di messa in sicurezza del versante.

“L’ingegnere Pampalone della Città Metropolitana di Palermo – ha riferito il sindaco di Altofonte, Angela De Luca – ha rappresentato la propria disponibilità ad affidare l’incarico per la redazione del progetto esecutivo per la messa in sicurezza di tutto il versante sovrastante la strada SP 5, si è inoltre impegnato a intervenire, con mezzi e risorse proprie, per eliminare eventuali rischi da rotolamento massi, nei tratti e fasce di propria pertinenza e competenza.

Le richieste dei sindaci di Piana e Altofonte

I primi cittadini di Altofonte e Piana degli Albanesi hanno poi chiesto che “vengano messe in atto con estrema urgenza gli interventi necessari, anche con apposita segnaletica, limitazione di transito durante le ore notturne, riduzione della velocità e della carreggiata stradale, al fine di garantire il transito ai circa 200 residenti di c.da Rebuttone, nonché la ripresa delle attività d’impresa che insistono sui luoghi al fine di garantire il collegamento tra il Comune di Piana degli Albanesi – Altofonte – Palermo per consentire il passaggio anche e soprattutto dei mezzi di soccorso e di trasporto studenti attualmente costretti a percorsi alternativi con maggiori tempi di percorrenza”.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.