Palermo, degenera in guerriglia la protesta contro le chiusure

Attimi di tensione a Palermo durante la manifestazione indetta dai titolari di attività commerciali chiuse. All’interno del corteo, una volta giunto in corso Vittorio Emanuele, una frangia di manifestanti ha iniziato un fitto lancio di oggetti. Lanciati tra la folla anche diversi fumogeni.

Diverse le cariche delle forze dell’ordine per disperdere i violenti che, da quello che si apprende, appartengono ad alcuni centri sociali. In Corso Vittorio Emanuele è scoppiato il caos. La manifestazione era stata indetta con toni pacifici ma alcuni gruppi di violenti l’hanno trasformata in una piccola guerriglia. Lungo il Cassaro sono stati divelti cestini, fioriere, panchine.

La polizia ha inseguito i manifestanti dei centri sociali lungo corso Vittorio Emanuele. Poi questi sin sono intrufolati in una via laterale facendo perdere le proprie tracce nelle stradine del mercato della Vucciria.

LEGGI ANCHE  La lunga scia di morti Covid: lutti a Monreale, San Cipirello, Montelepre e Terrasini
Ricevi tutte le news