Covid-19, a Villabate signore in fila per il parrucchiere, denunciato

Fugge dagli arresti domiciliari per andare ad aprire la parrucchiera di Villabate. Ora è nei guai un parrucchiere di 41 anni bloccato dai Carabinieri della compagnia di Misilmeri. L’uomo è stato bloccato nel corso dei controlli anti coronavirus in esecuzione in questi giorni da parte dell’arma dei Carabinieri.

L’uomo era sotto la custodia cautelare degli arresti domiciliari ma è uscito da casa per andare a lavorare e accontentare le signore che l’aspettavano impazienti davanti al locale.

Il parrucchiere, con precedenti per droga, è stato arrestato con l’accusa di evasione. Per l’uomo è scattata anche la denuncia per aver violato i decreti anti contagio che impongono le limitazioni degli spostamenti. Come se non bastasse il parrucchiere di Villabate dovrà pagare una sanziona salatissima di diverse centinaia di euro.

Il 41enne è giunto ieri nella sua parruccheria di Villabate dove lo aspettavano le sue clienti. Ha creduto di potere beffare le prescrizioni e accontentare le donne che lo aspettavano già dietro alla porta.

Una pattuglia dei Carabinieri impegnata nel controllo del territorio ha notato la saracinesca del negozio aperta e ha sorpreso il professionista e le clienti in attesa del tagli e della piega.

L’uomo ora si trova di nuovo agli arresti domiciliari ma rischia anche la sospensione delle’attività.