Coronavirus, a Pantelleria sindaco in sciopero della fame (VIDEO)

Il sindaco di Pantelleria (Tp) in sciopero della fame per protestare contro la chiusura del punto nascite dell’isola. Vincenzo Campo ha deciso di non mangiare più se prima non venga superate l’impasse e vengano di nuovo garantiti i diritti alle partorienti di Pantelleria.

Il primo cittadini di Pantelleria ha spostato le proprie scrivanie spostate davanti all’ospedale di Pantelleria e ha iniziato uno sciopero della fame per protestare contro la mancata riapertura del punto nascite del ‘Nagar’. Assieme a Campo anche il vice sindaco, Maurizio Caldo, e il presidente del consiglio comunale, Erik Vallini che chiedono la riapertura del punto nascite e di altri servizi dell’ospedale.

“Iniziamo questa battaglia- dice Campo- abbiamo cercato il dialogo che si e’ dimostrato impossibile. Le risposte che chiedevamo non sono arrivate, per questo cerchiamo di fare una protesta civile. Pantelleria non può aspettare, vogliamo il punto nascite perché in una situazione di emergenza come questa ci sembra una misura ovvia”. Il punto nascite di Pantelleria e’ stato chiuso a fine febbraio e da settimane l’amministrazione comunale chiede al governo regionale di riaprirlo evitando cosi’ il rischio contagio per le gestanti dell’isola, costrette a trasferirsi a Trapani o a Palermo per portare a termine le gravidanze.