Villafrati zona rossa, 53 positivi tra anziani e dipendenti alla RSA

La situazione è preoccupante a Villafrati, il paese in provincia di Palermo è la terza zona rossa della Sicilia

Nella RSA di Villafrati ci sono 60 anziani e 75 lavoratori. Ieri c’è stato già il primo paziente deceduto al Covid-hospital di Partinico

Tra i positivi ci sono anziani ospitati dalla residenza assistita sanitaria e dipendenti.

Ben 31 positivi sono i pazienti della RSA. I rimanenti positivi tra i dipendenti.

Sono numeri più che preoccupanti quelli che arrivano da Villafrati e che sono stati comunicati nella serata del 23 marzo dall’assessorato alla Salute al sindaco. Numeri talmente preoccupanti che nel corso della mettinata Musumeci dichiarerà la zona rossa anche per Villafrati. Lo ha detto Agnello nel corso della diretta.

Così Villafrati, finita in un incubo, sarà zona rossa come Salemi e Agira. Salgono così a tre i grossi focolai di Covid-19 della Sicilia.

“Nelle prossime ore il presidente della Regione Nello Musumeci dichiarerà la zona di Villafrati zona rossa – ha detto il primo cittadino di Villafrati – Così come negli altri due paesi della Sicilia, Agira e Salemi. Noi abbiamo cinque strutture per anziani nel Comune, cinque eccellenze e dobbiamo scongiurare che ci possa essere il contagio in altre realtà”.

Nella RSA di Villafrati ci sono 60 anziani e 75 lavoratori. Nei giorni scorsi 16 persone sono risultate positive al Coronavirus e 9 sono stato trasferiti al Covid-hospital di Partinico. Ieri è morto uno dei pazienti. Si chiamava Carmelo Pecoraro l’uomo che è deceduto dopo il ricovero. Aveva 90 anni.

Non è ancora chiaro come possa essere nato il focolaio all’interno della RSA di Villafrati. Secondo quanto riportato da alcune fonti di stampa, il virus sarebbe stato portato da una ragazza, che era tornata da un viaggio il Lombardia, in visita al nonno. Secondo un’altra ipotesi, il Covid-19 sarebbe stato trasmesso da una giovane che svolgeva il tirocino nella struttura.

Intanto al Comune di Villafrati non si smette di lavorare. È stato arrivato il Centro operativo comunale della Protezione civile.

➡️ Per questa e altre news seguici su Facebook.

Il sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se accedi a un qualunque elemento del sito acconsenti all"uso dei cookie ACCETTO più info

Politica sui Cookie