Coronavirus, a Partinico arrivano i primi pazienti affetti da Covid-19 (VIDEO)

Provengono dall’ospedale Cervello di Palermo e non sono in gravi condizioni

All’ospedale di Partinico arrivano i primi pazienti affetti da Coronavirus. Sono due persone non in gravi condizioni che saranno trasferite nelle prossime ore dall’ospedale Cervello di Palermo. Il trasferimento servirà a fare spazio al altri pazienti in attesa di posti letto all’interno del nosocomio palermitano.

I due pazienti risultati positivi al Coronavirus saranno ricoverati al quinto piano dell’ospedale di Partinico, diventato Covid-Hospital, che è pronto già da qualche giorno per ospitare le persone affette dall’influenza da Covid-19.

Quelli che arriveranno nelle prossime ore a Partinico sono i primi pazienti sopo la decisione dell’Asp 6 di Palermo di destinare il Civico partinicese al trattamento delle persone affette da Coronavirus. Le proteste dei giorni scorsi non sono servite a fare cambiare idea ai vertici delle autorità sanitarie.

le proteste dei medici e del personale sanitario vertevano sulla carenza di dispositivi di protezione individuale, come mascherine e guanti. L’Asp palermitana ha comunque deciso di procedere con i primi ricoveri all’interno dell’ospedale di Partinico.

A Partinico i posti letto a disposizione di terapia intensiva sono 6, gli stessi disponibili prima dello smantellamento dell’ospedale. Negli altri reparti i lavori continuano ininterrottamente 24 ore su 24. Non è possibile stabilire al momento quando entreranno definitivamente in funzione. Secondo il piano dell’Asp, l’ospedale di Partinico dovrà ospitare in futuro 60 pazienti affetti da Covid-19.

Il direttore generale dell’azienda sanitaria di Palermo Daniela Faraoni ha annunciato che domenica 15 marzo l’ospedale Civico di Partinico, rapidamente trasformato nel presidio anti-Covid del capoluogo, è operativo.
Gli inviati della trasmissione di Rai 3 “Report” hanno fatto visita all’ospedale nei giorni scorsi, la puntata sull’ospedale di Partinico andrà in onda lunedì 30 marzo alle 21.20 su Rai3. Gli inviati di Report Paolo Mondani e Dario D’India hanno ascoltato Faraoni, i medici, gli anestesisti, gli infermieri della struttura. I lavoratori che protestano hanno chiarito che lavoreranno con il massimo impegno per la struttura ma segnalano che la loro sicurezza è la sicurezza dei pazienti.