A Palermo il Radio Italia Live 2020

Palermo ospita anche quest'anno la grande festa della musica italiana

Il 28 di Giugno l’appuntamento è per tutti a Palermo

Torna a Palermo i concertone di Radio Italia Live il 28 giugno. Dal 2012 è l’appuntamento musicale live e gratuito più atteso dell’anno.

Radio Italia Live – il concerto nella sua edizione 2020 torna con una doppia edizione a Milano e Palermo. A Milano, Piazza Duomo, domenica 7 Giugno e a Palermo, Foro Italico, domenica 28 Giugno.

L’annuncio è stato fatto ai microfoni di Radio Italia dall’Editore e Presidente Mario Volanti, raggiunto al telefono dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala, e dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.
Mario Volanti, Editore e Presidente Radio Italia.

“Anche quest’anno doppio appuntamento, doppio divertimento e doppio impegno! RADIO ITALIA LIVE – IL CONCERTO torna a Milano, come ormai da tradizione, e a Palermo, dove siamo pronti a rivivere e condividere grandi emozioni. Ringrazio il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando e le loro amministrazioni che anche quest’anno sono al fianco di questo evento unico e attesissimo e per la collaborazione che sempre ci garantiscono. Non vediamo l’ora di accogliere sui nostri due palchi alcuni tra i grandi e amati artisti italiani”.
Giuseppe Sala, Sindaco di Milano: “Un piacere, quello di ritrovarsi con Radio Italia, che si rinnova ogni anno, nel 2020 domenica 7 Giugno. A Milano c’è tanto da fare, ma è un periodo positivo per la città e c’è sempre tanto entusiasmo. Siamo felici di sostenere nuovamente questo importante appuntamento per noi e per tutto il pubblico”.

Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo: “Grazie a Radio Italia per la costante attenzione alla grande musica, e per l’attenzione a Palermo che ha sempre risposto in modo esemplare alla chiamata di Radio Italia con una straordinaria partecipazione e compostezza. Il 28 di Giugno l’appuntamento è per tutti a Palermo, per quella che sarà come sempre una splendida edizione, dove chi partecipa si sente parte di una grande dimensione comunitaria, in un clima assolutamente sereno. Grazie e avanti insieme in condivisione e divisione di amore per la buona musica”.