Follia nel centro di Palermo: bengalese distrugge 10 auto in via Amico

Momenti di panico e tensione ieri pomeriggio nel centro di Palermo, in via Amico, una traversa di via Maqueda. Un cittadino del Bangladesh, per cause ancora da accertare, ha distrutto con una spranga 10 automobili parcheggiate, mandando in frantumi i parabrezza.

L’uomo è stato bloccato e arrestato dai carabinieri, che lo hanno portato in caserma. Secondo una prima ricostruzione, tutto sarebbe partito da una violenta rissa tra il bengalese, ambulante in zona, e alcuni proprietari di motocicli. Il diverbio sarebbe nato da una disputa relativa agli spazi per le bancarelle dell’ambulante, posizionate troppo vicino al luogo in cui erano parcheggiati i motocicli, nei pressi della Facoltà di Scienze Politiche.

La lite sembrava sedata, quando il bengalese è tornato armato di spranga, scagliandosi contro le auto in sosta. Momenti di panico tra i proprietari dei veicoli, fino all’intervento dei carabinieri che hanno riportato la situazione alla calma. Oltre alle forze dell’ordine è intervenuta anche un’ambulanza che ha prestato soccorso ad alcuni feriti lievi.

L’episodio si inserisce in un quadro di controllo serrato del territorio da parte delle forze dell’ordine, che proseguono anche nel weekend le operazioni ad Alto Impatto in diverse zone della città per prevenire episodi di microcriminalità e disturbo della quiete pubblica. Proprio nelle ultime ore, altri controlli in centro e nei quartieri della movida hanno portato a sanzioni, sequestri e chiusure di locali.

In via Isidoro La Lumia due titolari di un pub sono stati denunciati per occupazione abusiva di suolo pubblico, mentre in altri esercizi commerciali sono state riscontrate irregolarità amministrative e carenze igienico-sanitarie. Le operazioni proseguiranno anche nei prossimi giorni per garantire sicurezza e rispetto delle regole nel capoluogo siciliano.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale