Feriti da botti e pistole e c’è anche un bimbo: il bollettino di “guerra” del Capodanno

Iniziano ad arrivare i primi bollettini dei feriti a causa dei botti di Capodanno. Come ogni anno sono decine in tutta Italia e in Sicilia.

Un primo bollettino arriva da Catania. Al Pronto soccorso dell’ospedale Cannizzaro sono arrivati, da Paternò, un 49enne di origini straniere con trauma facciale e ustione al volto, e un 74enne con una ferita alla mano sinistra. Un 35enne di Catania ha fatto ricorso sempre alle cure dello stesso ospedale per essere stato colpito alla mano da un colpo di pistola a salve; questi ultimi due sono stati dimessi senza gravi conseguenze.

Sempre a Catania, nel pomeriggio di ieri era arrivato dalla Calabria un ragazzino di dieci anni cui lo scoppio di un petardo ha provocato il distacco di un dito: è stato operato e ricoverato in chirurgia plastica.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale