Arriva il Ciclone dell’Immacolata: maltempo e neve a bassa quota

L’Italia si prepara ad affrontare un’intensa ondata di maltempo proprio in concomitanza con la festività dell’Immacolata. Secondo le previsioni meteo, tra il 5 e il 10 dicembre un vortice ciclonico mediterraneo potrebbe formarsi nel Mar Tirreno, portando piogge intense, venti forti e nevicate fino a bassa quota, soprattutto al Centro-Nord.

Il responsabile di questo brusco peggioramento delle condizioni meteo sarà una profonda depressione in discesa dal Nord Europa, che piloterà due distinte perturbazioni sul bacino del Mediterraneo. La prima perturbazione è attesa tra lunedì e martedì: al Nord porterà neve fino in pianura, mentre al Centro-Sud sarà accompagnata da piogge intense e temporali. La seconda perturbazione colpirà invece nel giorno dell’Immacolata, quando è prevista la formazione del temuto ciclone mediterraneo.

Questa configurazione meteorologica è tipica del periodo invernale e può dare origine a fenomeni particolarmente violenti. L’aria gelida proveniente dalle latitudini artiche, incontrando il calore del Mar Tirreno, genererà intensi contrasti termici che alimenteranno il vortice ciclonico. I venti soffieranno forti o molto forti intorno al centro depressionario, con raffiche di burrasca che potranno superare i 100 km/h.

Le precipitazioni saranno particolarmente intense sulla fascia tirrenica, dove non si escludono locali nubifragi e allagamenti. La neve potrà cadere copiosa fino a quote collinari, imbiancando città come Torino, Milano, Bergamo, Bologna. Sulle Alpi orientali e sull’Appennino settentrionale sono attese nevicate abbondanti, con accumuli superiori al metro a quote superiori ai 1500 metri.

Il freddo si farà sentire soprattutto al Nord, dove le temperature minime potranno scendere diffusamente sottozero, con gelate estese anche in pianura. Disagi possibili per la circolazione, con rischio di ghiaccio sulle strade. Le scuole potrebbero rimanere chiuse in diverse località della Pianura Padana centro-occidentale.

La fase di maltempo potrebbe protrarsi fino al 10 dicembre, quando il ciclone mediterraneo dovrebbe gradualmente allontanarsi verso i Balcani. Tuttavia queste previsioni sono ancora incerte e saranno necessari aggiornamenti nei prossimi giorni. Quel che è certo è che tra il 5 e l’8 dicembre gran parte d’Italia verrà investita da condizioni meteorologiche perturbate, con piogge, vento e neve che potrebbero causare criticità.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale