Caos al Cervello e ambulanze in fila, protestano medici e infermieri (VIDEO)

Immagini clamorose dall'ospedale palermitano

PALERMO – Hanno del clamoroso le immagini postate dal alcuni dipendenti dell’ospedale Cervello di Palermo. Le ambulanze aspettano fuori l’entrata del presidio medico, in segno di protesta, considerato il clamoroso aumento della pressione sugli ospedali palermitani.

Una situazione che oggi – a quasi 2 anni dall’inizio della quarantena – non ci saremmo mai aspettati. Decine di ambulanze sono in fila con la sirena accesa. Un modo che hanno i professionisti del settore sanitario per far sentire le proprie proteste
Dilaga la pandemia in Sicilia, dove nelle ultime 24 ore sono stati ampiamente superati i 7600 contagi, numeri che fanno paura. Lo scorso anno, sempre in questo periodo l’isola aveva raggiunto 2000 positivi, mai così tanti prima d’allora.

Intanto all’ospedale Cervello hanno riaperto – dice un infermiere ai nostri microfoni – i reparti covid d’urgenza.

Il persona sanitario è allo stremo, e i ricoverati in terapia intensiva aumentano sempre di più.

Il tranquillo riposo dei pazienti ricoverati presso il Cervello è stato stroncato dall’assordante suono delle sirene delle ambulanze, un chiarissimo segnale di protesta da parte di chi lavora in questo settore ed è ormai stremato.

Nonostante una grande fetta della popolazione abbia ricevuto almeno la seconda dose, quella piccola percentuale restia al siero riesce a mettere in difficoltà il sistema sanitario palermitano.

Scene terribili, che fanno riaffiorare ricordi che credevamo aver già scordato, quando nel marzo di due anni fa la pressione sugli ospedali cominciava a diventare critica.

“La speranza – ci dice un’infermiera – è che dopo questa maledetta ondata di contagi, dovuta anche agli immensi cenoni che ci contraddistinguono, la curva epidemiologica possa abbassarsi”.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale