La Sicilia piange il poliziotto Sergio Di Lorenzo

Questa mattina, ad Agrigento il funerale solenne del poliziotto

La Sicilia piange la morte dell’assistente capo coordinatore Sergio Di Loreto. Questa mattina, ad Agrigento il funerale solenne del poliziotto che ha perso la vita tragicamente durante un’esercitazione al poligono di tiro di Abbasanta in provincia di Oristano, il 23 novembre scorso.

Oltre ai familiari, amici e colleghi, alla cerimonia funebre hanno partecipato il capo della Polizia Lamberto Giannini e il questore di Agrigento Rosa Maria Iraci.

La funzione religiosa è stata celebrata nella chiesa di Santa Croce dal vicario generale dell’arcidiocesi di Agrigento don Giuseppe Cumbo e dal cappellano della Questura don Antonio Lalicata.

Un picchetto d’onore ha accolto il feretro prima di entrare nella chiesa.
Durante la messa e prima della benedizione finale, il questore di Agrigento Rosa Maria Iraci e la signora Annunziatina Castaldo, cognata di Sergio, hanno espresso un pensiero in suo ricordo.

Sergio Di Loreto, lascia la moglie Edna Castaldo, i figli Davide e Gabriele di 15 ed 11 anni e i fratelli, Renata, Luciana, Giancarlo e Mario. Sergio aveva 48 anni ed era nato e cresciuto a Ostia vicino Roma.

Arruolato nella Polizia di Stato nel 1994, Sergio era istruttore di difesa personale e specializzato in scorte e sicurezza. Nel 2018 aveva chiesto il trasferimento in Sicilia e attualmente faceva servizio al Commissariato di Licata in provincia di Agrigento. Per la sua professionalità, nel corso della sua carriera aveva ricevuto diversi riconoscimenti e la Medaglia d’Argento per merito di servizio conferitagli dal prefetto di Roma nel 2013.

La famiglia della Polizia di Stato si stringe ai familiari, agli amici e ai colleghi nel ricordo del collega nel giorno dell’ultimo saluto.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.