I favoriti della Serie A

Il massimo campionato di calcio in Italia risulta essere uno dei più avvincenti e competitivi in tutta Europa e lo dimostra la qualità dei giocatori che compongono le varie rose. Certo, si sa che campionati come quello inglese o quello vicino francese possiedono disponibilità economiche maggiori che attirano diversi fuoriclasse, tuttavia il calcio di casa nostra non si tira indietro e mette sul piatto, anzi diremmo sul campo, individualità di assoluto livello tra cui molti giovani italiani che fanno la fortuna dei rispettivi club e della Nazionale di Mister Roberto Mancini con cui hanno vinto qualche mese l’Europeo di Calcio nella notet di Wembley. 

Gli scommettitori scelgono la Serie A. 

Il calcio italiano attira anche la curiosità di molti scommettitori, pronti a puntare sull’esito dei vari incontri nella speranza della giocata esatta per poter gridare alla vittoria. Oggi la possibilità di scommettere prevede diverse soluzioni che vanno dalla giocata nelle ricevitorie classiche fino a giocare comodamente seduti sul divano di casa o mentre si è in giro con gli amici. Potere di internet e degli strumenti che portiamo sempre con noi come cellulari o tablet sui quali si potrà tentare la fortuna anche su siti di gioco come Novibet slot online o altri che si concentrano sul campionato di calcio. 

Il ritorno di Allegri non riporta la Juve ai livelli soliti. 

Ma chi vincerà lo scudetto quest’anno in Serie A? La domanda è quella classica da un milione di dollari perché mai come in questa stagione gli equilibri diciamo standard stanno venendo meno e squadra che eravamo abituati a vedere lassù arrancano. Ne è testimonianza la Juventus di Max Allegri che dal momento del suo ritorno in bianconero sembra ancora non aver trovato il giusto equilibrio che possa stabilmente riportare la squadra ai livelli che le competono. I capitomboli interni con Empoli e Sassuolo allo Stadium così come le sconfitte a Verona e Napoli non sono stati cancellati di certo con le vittorie di misura contro Torino, Roma e Chelsea. Dopo tanti successi arriva il tempo di un nuovo ciclo?

Napoli e Inter, la lotta per lo scudetto passa da qui. 

Chi è partito a mille è senza dubbio il Napoli di Mister Luciano Spalletti che fa sognare i tifosi che riempiono le gradinate del “Maradona”. Il tecnico toscano ha accettato il progetto del vulcanico Presidente De Laurentis e fino a questo momento i risultati danno ragione all’allenatore di Certaldo nonostante lo stop che gli ha imposto in casa il Verona in inferiorità numerica. L’Inter di Simone Inzaghi è una seria candidata alla vittoria del tricolore e andrebbe a bissare il trionfo della scorsa stagione quando Antonio Conte vinse il campionato senza grandi problemi: l’allenatore ex Lazio ci riproverà e proverà ad imporsi anche in Europa, in quella Champions League che per gli interisti riporta al triplete del 2010 nonostante le partenze estive di Lukaku e Hakimi. 

Il Milan in straordinaria continuità. 

Ma all’ombra del Duomo bisogna fare i conti anche con il Milan di Stefano Pioli che dal Covid in avanti ha scoperto di poter tornare ad assaggiare il buono dell’alta classifica, posizione ben conosciuta nella storia rossonera anche e soprattutto quando sotto la presidenza Berlusconi il Diavolo scrisse pagine memorabili a cavallo degli anni ’80 e ’90. Attualmente il Milan è formazione solida, tosta con diverse individualità in cui spicca Ibra, mai domo nemmeno a 40 anni. Dove potrà arrivare questa squadra? 

La Lazio sempre più plasmata agli schemi di Sarri. 

E’ una domanda che si fanno anche a Roma. La Lazio di Sarri sembra aver trovato il giusto equilibrio dopo un inizio difficile in cui si alternavano grandi partite all’Olimpico ed improvvisi black out in trasferta: il suo credo calcistico prevede tanto lavoro e applicazione, la rosa permette di mettere in campo giocatori dall’estro e dalla grande sostanza con un nome su tutti, Ciro Immobile che superando Piola è entrato nella storia come miglior goleador di tutti i tempi con l’aquila sul petto. 

Mourinho in cerca di vittorie e continuità. 

La Roma vive un periodo difficile, diviso tra il pieno sostegno a Mourinho e i risultati che spesso sono al di sotto delle aspettative estive. La sconfitta nel derby, con la Juve, con il Milan e soprattutto la figuraccia rimediata in Norvegia, quando i giallorossi hanno rimediato un sonoro 6-1 con il Bodo Glimt, sono difficili per l’ambiente da mandare giù. Vedremo se il mercato di gennaio porterà qualche innesto nella rosa e permetterà al tecnico portoghese di ruotare maggiormente i suoi uomini e dare continuità ai risultati. 

A Marzo stop del Campionato per gli spareggi della Nazionale. 

In tutto questo il campionato di Serie A dovrà fare i conti anche con gli spareggi che dovrà giocare la nostra Nazionale a marzo per strappare il biglietto che ci porterà al Mondiale del prossimo anno in Qatar. In quel periodo si decideranno le volate per lo scudetto e anche la battaglia per non retrocedere, sarà interessante vedere come le squadre sapranno affrontare quegli impegni sia a livello fisico ma anche a livello mentale. In attesa di vedere chi vincerà…buon campionato a tutti.

 


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.