Brutale rapina alla stazione di rifornimento, custode ferito

Hanno fatto irruzione nell'impianto Esso lungo la Palermo-Agrigento

Violenta rapina in un distributore di carburante a Ciminna, nel Palermitano. Un uomo è finito in ospedale dopo l’aggressione da parte di tre uomini che hanno fatto irruzione nell’impianto Esso lungo la Palermo-Agrigento.

Si tratterebbe di un nuovo colpo della banda del flex. Un gruppo di malviventi a cui potrebbe essere possibile ricollegare altri colpi simili avvenuti in questi giorni. Stavolta hanno preso di mira il distributore Esso sulla statale 121.

In tre hanno puntato la cassa automatica ma non hanno fatto i conti con la presenza del custode. I tre uomini, incappucciati e armati, sono entrati in azione intorno alle 2 di notte. Il custode che ha tentato di metterli in fuga ma è stato brutalmente aggredito.
Quindi i tre gli hanno rubato un mazzo di chiavi che avrebbe consentito loro di entrare nel bar della stazione.

Alla fine sarebbero riusciti a portare via il registratore di cassa e numerose stecche di sigarette per una cifra che si aggira sui tremila euro. Dopo la loro fuga il dipendente ha lanciato l’allarme al 112 chiedendo l’intervento dei carabinieri.

I militari adesso stanno analizzando le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza. Sul posto anche i soccorritori del 118 che hanno trasportato il custode, un 50enne, al pronto soccorso del Buccheri La Ferla. I medici, dopo avergli riscontrato ecchimosi ed escoriazioni, lo hanno dismesso con una prognosi di 5 giorni.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.