In Sicilia scoperti 165 stranieri furbetti del Reddito di cittadinanza

La scoperta della Guardia di Finanza e dell'INPS

Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ragusa hanno scoperto 165 soggetti di nazionalità straniera, che hanno percepito il Reddito di cittadinanza, pur non avendone diritto.

La Guardia di Finanza, in collaborazione con l’INPS, ha avviato mirati controlli per verificare la sussistenza dei requisiti per la fruizione del “reddito di cittadinanza”. Ha sviluppato apposite analisi di rischio realizzate mediante autonome attività info-investigative.

La concessione del sostegno economico, quale misura di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza ed all’esclusione sociale, è subordinata ad una serie di requisiti, tra i quali quello dell’obbligo della residenza in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in modo continuativo.

Ed è proprio partendo dal controllo di quest’ultimo requisito che i militari sono risaliti a 165 soggetti stranieri, che hanno percepito indebitamente il Reddito di cittadinanza, per un ammontare di oltre un milione di euro.

Quelli scoperti sono, in prevalenza, persone provenienti dal continente africano e dalla penisola balcanica, che sono state segnalate all’INPS per la revoca ed il recupero del beneficio economico. Sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria per aver fornito dichiarazioni false o per aver omesso di comunicare informazioni necessarie all’atto della presentazione dell’istanza.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.