Come si gioca a poker italiano: regole e punteggi

Il poker è un gioco che circola ormai da numerosi decenni. Inventato da una schiera di marinai che erano soliti viaggiare sulle navi mercantili senza troppi passatempi, il gioco è arrivato in diversi Paesi conoscendo anche delle varianti alternative, che differiscono naturalmente nel regolamento e nelle modalità di svolgimento. Non tutti sanno che oltre che la versione texas hold’em ne esiste anche una prettamente italiana, noto anche come poker a 5 carte. Per questo motivo leggere una guida sulle regole del poker texas può risultare utile per comprendere al meglio le caratteristiche peculiari del gioco made in USA, che sono totalmente diverse rispetto a quello tradizionale, di cui parleremo nelle prossime righe.

Poker italiano: come si gioca

Poker italiano, come si gioca? Innanzitutto serve un mazzo di 52 carte francesi. Ogni partecipante ne riceve all’inizio 5 e non 2 come nel poker classico. In mezzo al tavolo sono assenti le “community cards” e i punteggi vanno formati esclusivamente con le carte che ci si ritrova in mano, delle quali solo 4 possono essere eventualmente sostituite. La tradizione che lega il poker allo Stivale, comunque, non si limita a una semplice variante del gioco. I media raccontano spesso dei successi dei pokeristi italiani in giro per il mondo a prescindere dalla versione giocata. Di certo, in ogni caso, il poker italiano presenta le sue difficoltà.

Come giocare a poker italiano

Dopo che tutti hanno pagato le loro quote di accesso onorando l’invito al gioco, il banco distribuisce le carte una alla volta, a partire dai giocatori alla sua sinistra. Chi si trova alla sinistra del banco è anche il primo giocatore che può usufruire del diritto di parola e aprire il gioco. Chi vuole imparare come giocare a poker italiano deve assolutamente sapere che l’apertura avviene tramite una combinazione minima quale la coppia di fanti o grazie alla possibilità imminente di effettuare una scala reale. Se non si è in grado di aprire, si procede in senso orario domandando agli altri giocatori se qualcuno rispetti i requisiti necessari. In seguito all’apertura è consentito abbandonare la mano o versare nel piatto la stessa quota di chi ha aperto, a prescindere dalle carte che si hanno in mano. Finito il primo giro di puntate è permesso cambiare le carte. Dopo un altro giro di puntate si procede con lo showdown e chi possiede il punteggio migliore si aggiudica direttamente il piatto.

Poker italiano: quante carte per giocare?

Una regola molto importante è quella relativa all’11, che fa sì che venga sottratto il numero di giocatori presenti alla quota fissa di 11 per stabilire il valore della carta più bassa da utilizzare in partita. Di conseguenza, se si è in 4 la carta più bassa deve essere il 7 e tutte le altre carte di valore inferiore vengono rimosse dal mazzo, ad eccezione dell’asso, che in questo gioco non equivale ad 1, ma è la carta che vale più di tutte. Se qualche giocatore meno esperto vuole sapere in merito al poker italiano quante carte servono per giocare, ecco la risposta.

Regole del poker italiano

Una coppia di carte uguali costituisce uno dei punteggi più bassi nel poker italiano. A seguire, si prendono in considerazione la doppia coppia, il tris, la scala, il full e il colore. Nelle regole del poker italiano, a differenza della versione classica del gioco, il colore vale più del full. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, inoltre, effettuare un poker con 4 carte uguali non dà diritto a una vittoria assicurata. Secondo le regole del poker italiano la scala reale, che si ottiene con 5 carte dello stesso seme disposte in ordine crescente, vale più di qualsiasi altro punto, ad eccezione della scala reale massima, cioè una scala reale che si forma con le carte dal valore più alto del mazzo, dal 10 all’asso, passando per il jack, la regina e il re, a patto che siano sempre appartenenti allo stesso seme.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.