La Sicilia flagellata da cicloni e nubifragi, crolla ponte, una vittima della tromba d’aria

Giuseppe Ricca è morto questa mattina a causa della tromba d'aria a Modica

L’ondata di maltempo che ha investito la Sicilia continua a creare disagi alla circolazione lungo le strade statali maggiormente colpite dagli eventi meteo avversi. A Modica si registra una vittima della tromba d’aria, si tratta di Giuseppe Ricca. In foto il crollo di un ponte nella provinciale Caccamo Montemaggiore che non è transitabile.

Disagi sulle strade della Sicilia

Anas fa sapere che sul versante occidentale della Sicilia, permangono le chiusure sulle statali 191 “Di Pietraperzia”, a Mazzarino (CL), sulle statali 119 “Di Gibellina” e 188 “Centro Occidentale Sicula” nel trapanese, sulla statale 643 “Di Polizzi” tra Scillato e Polizzi Generosa, nel palermitano. È stato invece ripristinato il transito sulla statale 121 “Catanese” a Villaba (CL), chiusa questa mattina dal km 159 al km 164. Sulla rete autostradale di competenza Anas, invece, non si segnalano particolari criticità, a eccezione della chiusura dello svincolo di Agira, sull’A19 “Palermo-Catania”, chiuso in immissione in autostrada verso Catania.

Esondano fiumi e strade colme di detriti

Sul versante orientale dell’isola, per allagamenti del piano viabile sono chiuse le statali 114 “Orientale Sicula”, dal km 137 al km 147, tra Melilli e Floridia, nel siracusano, la statale 124 “Siracusana” a Buscemi (SR), la statale 192 “Della Valle del Dittaino”, dal km 19 al km 43, tra Catenanuova e Dittaino, nell’ennese. Chiuse inoltre le strade statali 193 “Di Augusta” al km 4,500 in direzione Augusta per allagamento e 115 “Sud Occidentale Sicula” a Noto (SR), per esondazione del torrente Tellaro. Sulla 114 è stata inoltre chiusa la passerella provvisoria sul fiume Agrò tra Sant’Alessio Siculo e Santa Teresa di Riva, nel messinese, mentre sulla statale 288 “Di Aidone” il traffico risulta rallentato al km 6 a Ramacca (CT), in corrispondenza del torrente Sbardalasino, le cui acque minacciano la sede stradale.

Un uomo di 53 anni morto a Modica

C’è una vittima del maltempo in Sicilia. Questa mattina, intorno alle ore 6,30, un tromba d’aria si è abbattuta su Frigintini, nel Modicano, e una persona è morta. Un 53enne, in contrada Trebalate – Serrameta, mentre stava uscendo da casa sarebbe stato colpito dal vortice e sbalzato a terra. La vittima è Giuseppe Ricca, il titolare del Caffè orientale di Modica bassa e sarebbe uscito per il forte vento e la pioggia che avevano danneggiato una parte della casa. Ci sono anche due feriti, si tratta di due coniugi sempre investiti dalla tromba d’aria. L’uomo è stato colpito da una porta ed è stato ricoverato all’Ospedale “Maggiore” di Modica con un trauma cranico, la moglie è stata trasportata al Giovanni Paolo II di Ragusa con varie contusioni. Ingenti i danni a case ed abitazioni, soprattutto nelle contrade Bosco, Serrameta, S.Elena, con tetti scoperchiati in aziende e animali morti.

Musumeci: «Cordoglio per nuova vittima. Affrontare il cambiamento climatico»

«Ancora una volta, nel giro di pochi giorni, registriamo una vittima e diversi feriti, oltre a danni enormi, a causa di ben due trombe d’aria che si sono abbattute sul versante sudorientale dell’Isola. Il mio cordoglio, e quello della giunta regionale, ai familiari dell’uomo investito in pieno dalla furia del tornado a Modica, e all’intera comunità del ragusano, dove più violenta è stata la furia del vento, assieme al territorio di Comiso. Il maltempo, che sin da ieri ha interessato tutta la Sicilia, ha avuto pesantissime ricadute sulle coltivazioni, su edifici e strade di quasi tutte le province. Come più volte abbiamo ribadito, gli effetti del cambiamento climatico sono sempre più evidenti e vanno affrontati su un duplice piano: con interventi di contrasto al dissesto idrogeologico – azioni che attuiamo con l’impegno di tutte le risorse finanziarie disponibili sin dal 2018 – e con provvedimenti del governo nazionale che, da straordinari, devono diventare ordinari, al pari della non più eccezionale cadenza di questi eventi». Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.