Prende il reddito di cittadinanza col figlio in carcere, denunciata bagherese

La donna ha ricevuto dallo Stato somme per 11 mila euro

I militari della Compagnia di Bagheria, in collaborazione con l’Inps, hanno individuato una signora risultata beneficiaria illecitamente del Reddito di Cittadinanza. Aveva già percepito per oltre 11.000 euro senza averne diritto.

In particolare, le Fiamme Gialle hanno accertato che la signora, nella domanda di ammissione al beneficio, aveva omesso di indicare lo stato detentivo del figlio. Dal 2016 infatti era destinatario della misura di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Napoli per i reati di maltrattamenti in famiglia ed estorsione.

La presenza, all’interno del nucleo familiare beneficiario del sussidio, di soggetti che si trovano in stato detentivo provoca una riduzione del parametro della scala di equivalenza prevista dal decreto che istituisce il reddito di cittadinanza. Di conseguenza, anche una riduzione dell’importo spettante.

Pertanto i finanzieri hanno proceduto a denunciare il beneficiario del reddito di cittadinanza alla Procura della Repubblica di Termini Imerese. Hanno comunicato l’indebito percettore agli uffici I.N.P.S. per l’irrogazione delle sanzioni amministrative di revoca del beneficio e per il recupero coattivo delle somme già indebitamente percepite, pari complessivamente a € 11.439,36.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.