Estetista abusiva col Reddito di cittadinanza, denunciata a Ficarazzi

Scoperto centro estetico abusivo gestito da una donna

I militari della Compagnia di Bagheria, hanno individuato all’interno di una abitazione privata di Ficarazzi un centro estetico abusivo gestito da una donna illecitamente beneficiaria del Reddito di Cittadinanza per un ammontare pari a 12.067,50 euro.

In particolare, le Fiamme Gialle hanno constatato che la signora pubblicizzava sui social network il centro estetico che è risultato provvisto di lettini, lampade speciali, attrezzature per la manicure o per la ceretta, prodotti di bellezza esposti per la vendita e persino alcuni certificati attestanti la frequentazione di corsi da estetista affissi alle pareti.

Dai successi accertamenti i militari, in stretta sinergia e collaborazione info-operativa con l’INPS, constatavano che la predetta risultava anche percettrice del reddito di cittadinanza.

Pertanto, i militari hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria l’estetista abusiva anche per l’indebita percezione del reddito di cittadinanza all’Autorità Giudiziaria. Nel contempo, sono state immediatamente avviate le operazioni di irrogazione delle sanzioni amministrative di revoca o decadenza del beneficio da parte dell’I.N.P.S., a cui spetta il recupero dell’importo indebitamente percepito pari a € 12.067,50.

Inoltre, sono stati intrapresi i controlli finalizzati a constatare le violazioni di natura tributaria commessi per l’omessa dichiarazione dei redditi da lavoro autonomo che, per i soli anni 2020 e 2021, ammontano ad oltre 18.000 euro.

Le Fiamme Gialle hanno inoltre provveduto alla segnalazione dell’attività abusiva al Comune di Ficarazzi per l’irrogazione di una sanzione che va da un minimo di € 250,00 ad un massimo di € 5.000,00.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.