Jenny Silvestro muore a 30 anni, la Procura apre indagine

I familiari hanno immediatamente presentato un esposto negli uffici della polizia

Jenny Silvestro, 30 anni, è morta per causa ancora da ricostruire. Sarà la Procura a chiarire perché la donna è morta dopo uno stato di malessere di 24 ore. Jenny sarebbe stata rispedita a casa sue volte dall’ospedale a cui si era rivolta per chiedere aiuto.

La donna sarebbe andata in ospedale con mal di testa e vomito, prima che le sue condizioni di salute peggiorassero tragicamente. Jenny Silvestro però è deceduta all’ospedale “Piemonte” di Messina.

Le cause della morte sono al vaglio degli investigatori dopo che la Procura peloritana ha deciso di aprire un fascicolo d’indagine. La giovane, nello specifico, sarebbe deceduta intorno alle 16 di ieri, dopo essere arrivata in ospedale in mattinata.

Nei giorni scorsi la giovane sarebbe stata visitata dai medici dell’ospedale Policlinico al Policlinico “Gaetano Martino”, dove i medici – stando alla denuncia depositata dai familiari assistiti dall’avvocato Salvatore Silvestro – le hanno dato un analgesico. Nel pomeriggio altri dolori insopportabili e nuova tappa nel nosocomio di Gazzi, dov’è stata sottoposta a un esame strumentale che avrebbe escluso complicazioni.

La trentenne ha poi trascorso la notte a casa ma venerdì mattina – stando alle notizie riportate dalla Gazzetta del Sud – si sarebbero presentati gli stessi problemi. A quel punto, ha raggiunto il Pronto soccorso dell’ospedale Piemonte, dove avrebbe dovuto sottoporsi a una Tac. Qui è morta.

I familiari hanno immediatamente presentato un esposto negli uffici della polizia. La 30enne lascia il marito e un figlio.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.