Boom di contagi a Corleone, verso nuove restrizioni

La città di Corleone rischia la stretta dopo l'improvviso aumento di nuovi casi

Sono 40 i nuovi casi di Covid-19 registrati a Corleone in soli 4 giorni. La città in provincia di Palermo adesso rischia la dichiarazione di zona rossa ma l’ultima parola spetterà all’amministrazione comunale e presidente della Regione.

Un’esclatation preoccupante è quella che si registra a Corleone dove, secondo l’ultimo bollettino di ieri, sono 10 i nuovi casi che fanno salire a 62 il numero degli attuali positivi. Quello che preoccupa è l’inpennata degli ultimi giorni. I positivi, infatti, sono saliti da 22 a 62 in soli 4 giorni.

L’amministrazione guidata dal sindaco Nicoló Nicolosi intanto sta cercando di prendere le dovute contromisure.
L’amministrazione comunale ieri ha partecipato ad una riunione in videoconferenza con il prefetto di Palermo e i vertici dell’Azienda sanitaria provinciale. In quella sede è stata illustrata la difficile situazione sia nelle scuole che nella città.

Al termine dell’incontro in videoconferenza con prefettura e Asp,è stato deciso che oggi, venerdì 30 aprile, la scuola dell’infanzia e la secondaria di primo grado dell’istituto “Giuseppe Vasi” rimarranno chiuse per consentire un intervento di sanificazione straordinaria di tutti i locali scolastici.

Oggi, invece, è in programma un altro vertice tra amministrazione comunale, autorità sanitarie, dirigente scolastico e forze dell’ordine per decidere eventuali nuove misure da adottare in città per il contenimento del virus.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.