Sicilia zona gialla e riaperture, flebili speranze per il 3 maggio

Per l’Isola sono ore cruciali in vista della nuova assegnazione dei colori alle regioni, domani la Cabina di regia e i nuovi colori

La Sicilia viaggia verso la zona gialla e attende la decisione della cabina di regia nazionale in programma domani. L’Isola è in zona arancione con numerose zone rosse e tanti ora sperano che possa arrivare una boccata di ossigeno come avvenuto da una settimana altre regioni italiane.

Domani la Cabina di regia e i nuovi colori

Se la Sicilia sarà in zona gialla si saprà domani. Il potenziale cambio di colore potrebbe avvenire già dal 3 maggio anche se da alcune fonti di governo trapela che la zona gialla in Sicilia potrebbe essere decisa a partire dal 10 maggio. Il governo infatti non vorrebbe vanificare quanto fatto sino a oggi, dando una sorta di liberi tutti. 

Le regioni che aspirano al giallo

Intanto nella giornata di domani il monitoraggio potrebbe modificare la mappa dei colori, che dall’inizio della settimana è soprattutto a tinte gialle. In fascia gialla sono inserite Lombardia, Lazio, Toscana, Veneto, Piemonte, Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Ma anche Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Umbria e le province autonome di Bolzano e di Trento. In zona arancione figurano Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d’Aosta. Da sola, in zona rossa, la Sardegna. Tra le regioni arancioni che aspirano alla zona gialla, oltre alla Sicilia, c’è anche la Puglia.

La speranza della zona gialla

La situazione  attuale ha aperto, nel corso degli ultimi giorni qualche speranza che con la revisione dei dati che si effettua, a livello nazionale, ogni venerdì, la Sicilia possa aspirare al giallo. In base ai dati pubblicati dal Dipartimento della Protezione Civile nazionale ed elaborati dall’Ufficio Statistica del Comune, nell’intera provincia di Palermo si sono registrati 184 nuovi positivi (in precedenza 349); in tutta la regione 980 (in precedenza 940). E’ alla provincia di Palermo che si guarda, visto che rappresenta l’ago della bilancia per andare in zona gialla, oltre alla provincia di Catania.

I dati dell’Area Metropolitana di Palermo ago della bilancia

Nella settimana dal 22 al 28 aprile i nuovi positivi nella Città Metropolitana di Palermo sono 2542, e il rapporto nuovi positivi settimanali per 100 mila abitanti è pari a 209,34 (in precedenza con riferimento alla settimana dal 21 al 27 aprile, i nuovi positivi erano 2656 e il rapporto nuovi positivi settimanali per 100 mila abitanti 218,73). In Sicilia il rapporto scende al di sotto dei 200 positivi per 100 mila abitanti ma l’indice Rt si attesta fra 1,03 e 1,08. Un fatto che rende scarsa l’ipotesi di passare in zona gialla già dal 3 maggio. Per questo la fascia gialla potrebbe arrivare il 10 del prossimo mese. I dati di oggi  e domani saranno fondamentali.

Cosa dice il sindaco di Palermo

Secondo il sindaco Leoluca Orlando, “la revoca della zona rossa e il conseguente passaggio a quella arancione non deve indurre a un rilassamento nel contrasto al Covid-19. Al contrario richiama tutti a maggiori responsabilità e rispetto delle regole. Faccio appello al governo nazionale affinché avvii una campagna di comunicazione che spieghi quali semplici misure occorre adottare e quali siano le sanzioni per chi non rispetta le prescrizioni individuali anticontagio. Serve più responsabilità per bloccare la crescita di contagi, di morti e per consentire le riaperture delle attività economiche”.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.