Nuove riaperture e stop al coprifuoco entro metà maggio

Il Governo interverrà modificando sia le regole per le riaperture che gli orari del coprifuoco

Lo stop al coprifuoco non è stato posticipato al 31 luglio. Non è scritto, infatti, in nessun articolo del decreto riaperture che il coprifuoco durerà sino a fine luglio. Il provvedimento resta comunque in vigore in forza del provvedimento precedente.

Decreto riaperture da modificare

Il decreto riaperture sta generando le polemiche generali. Tanti gli operatori economici in protesta, accompagnati dal coro di alcune forze politiche e delle regioni. Nel giorno in cui entra in vigore il decreto, si inizia a parlare delle prossime modifiche e delle prossime riaperture.

Scontro regioni-governo

Intanto è scontro fra governo e regioni sulla decisione del governo di mantenere il coprifuoco per bar e ristoranti fino alle 22. Secondo il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, renderebbe vano il via libera alla ripresa delle attività di questi locali.
In un vertice a cui hanno partecipato tutti i governatori è stata scritta una lettera al governo chiedendo nuove riaperture e lo stop al coprifuoco.

«La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha deciso d’inviare una lettera al presidente del Consiglio per sottoporre alla sua attenzione le proposte prioritarie rispetto alle misure in via di adozione con il prossimo decreto legge, dando la disponibilità per un incontro urgente prima della pubblicazione del provvedimento», fanno sapere le Regioni. Tra le richieste c’è quella di posticipare il coprifuoco dalle 22 alle 23, anche «in ragione dell’approssimarsi della stagione estiva caratterizzata dall’ora legale e, in considerazione della riapertura delle attività sociali e culturali».

A lavoro per nuovo decreto

Fratelli d’Italia e Lega insistono su nuove riaperture laddove si registrino pochi contagi. «Ho sentito Draghi sei volte – dice Salvini -. Lo risentirò perché noi siamo già al lavoro sul prossimo decreto perché, entro la metà di maggio, ci deve essere un altro decreto con più riaperture».

Entro metà maggio nuovo provvedimento e stop al coprifuoco

È dal governo che arrivano segnali di speranza. Il governo risponde infatti con il Ministro per il Sud, Maria Stella Gelmini. «Il fatto che nel testo del decreto varato ieri non sia stato riprogrammato il coprifuoco, non significa che durerà fino al 31 luglio», spiega: «Questa è una lettura distorta del provvedimento che abbiamo preso. Sono assolutamente certa che presto il coprifuoco sarà solo un brutto ricordo. È lo stesso decreto a dirlo, precisando che il Consiglio dei ministri potrà intervenire nelle prossime settimane, con tagliandi periodici al dl, modificando sia le regole per le riaperture che gli orari del coprifuoco».

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.