La dose, il malore e la morte di Paolo Mattina, Procura di Palermo apre inchiesta

Tre giorni dopo i primi sintomi si è recato in ospedale, a Partinico, e da lì trasferito al Policlinico di Palermo dove è arrivato in arresto cardiaco

È stata aperta un’inchiesta della Procura di Palermo sulla morte di Paolo Mattina, 63 anni, di Partinico, avvenuta dopo la somministrazione del siero anglo-svedese. L’uomo è morto lunedì sera dopo aver ricevuto tre giorni prima una dose. Ora la salma dell’imprenditore edile di Partinico sarà riesumata per l’esecuzione dell’autopsia.

Nesso dose-morte? Le domande dei procuratori

Lo scopo dell’inchiesta aperta dalla Procura è capire se possa esserci un nesso tra il decesso e la somministrazione del vaccino AstraZeneca.

Il malore il giorno dopo la dose

Paolo Mattina venerdì scorso si era vaccinato all’ospedale di Partinico in occasione del primo open week-end dedicato agli over 60 per la somministrazione del vaccino anti-Covid. Il giorno successivo aveva accusato un malore ed era stato ricoverato al Policlinico di Palermo dove è morto lunedì in seguito a un arresto cardiaco.

Il caso segnalato all’Aifa, disposta autopsia

Il caso della morte sospetta è stato Il suo caso era stato segnalato all’Aifa ma i funerali si erano svolti regolarmente il giorno seguente. Questa mattini i Carabinieri sono entrati al camposanto di Partinico e hanno notificato l’autorizzazione della procura all’estumulazione della salma. Il corpo di Paolo Mattina verrà trasportato al Policlinico di Palermo dove, nei prossimi giorni, verrà eseguita l’autopsia.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.