Niente richiamo ai furbetti del vaccino in Sicilia, lo dice anche il Tar

Musumeci: "La decisione del TAR Catania conferma la nostra valutazione e il valore non solo etico della scelta adottata"

Il Tar Sicilia conferma provvedimento contro “furbetti” del vaccino e Musumeci ribadisce il proprio no alle scorciatoie per l’ottenimento del vaccino. Il tribunale amministrativo ha deciso che chi ha fatto il vaccino senza averne diritto nella prima fase, non ha il diritto a ricevere la seconda dose.

I ricorrenti avevano impugnato il provvedimento con il quale l’Assessore della Salute della Regione Siciliana ha sospeso la somministrazione della seconda dose di vaccino per tutti i soggetti che, non avendone diritto, hanno avuto comunque accesso alla prima dose di vaccin. Pur non rientrando nelle categorie prioritarie indicate dal Piano Strategico Nazionale di vaccinazione, hanno ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer-Biontech.

I ricorrenti, hanno chiesto la seconda dose, sottolineando che in mancanza, “potrebbero verificarsi effetti gravemente dannosi per la loro salute, da un lato, per il mancato completamento del ciclo vaccinale e, dall’altro lato, per il rischio di essere nuovamente sottoposti a un nuovo ciclo vaccinale composto da altre due dosi”.

Secondo il Tar però “non risultano evidenze scientifiche di eventuali rischi derivanti dalla mancata somministrazione della seconda dose, se non quello della possibile inefficacia del vaccino, effetto che riporterebbe i ricorrenti alla situazione quo ante a quella determinata dall’aver avuto accesso alla prima dose, pur non avendone diritto”. Per questo i giudici hanno respinto il ricorso.

“La decisione del TAR Catania conferma la nostra valutazione e il valore non solo etico della scelta adottata. Siamo impegnati nella fase più importante della emergenza, quella della vaccinazione, e non sono ammesse scorciatoie. Da domani si parte anche in Sicilia con AstraZeneca e spero che presto riusciremo ad avere più dosi di vaccino per mettere in sicurezza tutti gli anziani, le persone fragili e le categorie più esposte. Mi aspetto che tutti facciano il loro dovere e che i risultati raggiunti nella vaccinazione sulla popolazione sanitaria possano essere un modello da replicare”. Lo afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

 

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.